Migranti: chiuso il centro d'accoglienza di Giugliano - Notizie.it
Migranti: chiuso il centro d’accoglienza di Giugliano
Napoli

Migranti: chiuso il centro d’accoglienza di Giugliano

Il centro per migranti, adesso chiuso, era presso l’hotel “Sabbia d’argento”. Continuano i controlli su altre strutture cittadine

Il commento di Gennaro Migliore, presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sui centri d’accoglienza per migranti:”Non mi sorprende”

UN BUSINESS LUCROSO – Da tempo si indagava sulle condizioni dei centri d’accoglienza partenopei, con operazioni partite da diverse inchieste soprattutto legate al business dei centri d’accoglienza per minori stranieri non accompagnati, che ad oggi si possono attestare sui 12000, se consideriamo solo quelli arrivati nel 2014. Le inchieste facevano pervenire un quadro decisamente preoccupante: a fronte di una spesa ingente per lo stato, le condizioni igienico sanitarie dei luoghi che accoglievano i migranti erano spesso fatiscenti e non erano rari i casi addirittura di scabbia, un’infezione che è stata debellata nei paesi evoluti.

I centri d’accoglienza per migranti a Napoli sono gestiti dall’Arci Napoli, che ha vinto un bando da circa 750000 euro adibito esattamente a questo: ma le testimonianze e le immagini fornite da ex collaboratori di sei di queste strutture per migranti erano sconfortanti, tra muri neri ed ammuffiti, bagni sporchi, strutture fatiscenti e molto altro.

Addirittura nelle strutture non erano presenti mediatori culturali per l’integrazione, non erano stati fatti ai migranti controlli medici (tanto che, appena portati ad un ospedale pubblico di Napoli, gli sono state riscontrate diverse patologie anche serie) e non si era accuratamente provveduto alla loro nutrizione.

LE LOGICHE CONSEGUENZE – A fronte di questo stato di cose, verificate da apposita commissione d’inchiesta, dopo un esposto fatto da Gennaro Migliore alla procura e alle autorità competenti, si sono cominciati ad avere i primi risultati, con la chiusura del primo centro d’accoglienza, a Giugliano. Molto dure le parole dello stesso Migliore: “Il 4 dicembre siamo venuti ad alcuni centri di Giugliano ed abbiamo riscontrato una serie di inadempienze e violazioni assai gravi nelle condizioni dei migranti: il contesto ambientale di queste assegnazioni è stato assolutamente inadeguato“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 758 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+