×

Migranti, summit a Parigi: verso lʼappoggio alla linea italiana

Condividi su Facebook

Nella giornata di oggi è previsto un summit a Parigi sul delicato tema sui migranti e sulla Libia, in cui sembra prevalere la linea dell'Italia

Nella giornata di oggi è previsto un summit a Parigi per quanto riguarda il delicato tema sui migranti e sulla Libia. In questo vertice sembra prevalere la linea voluta dall’Italia, che negli ultimi tempi ha portato ad una riduzione degli sbarchi.

Migranti, previsto per oggi un summit a Parigi sul tema

Quest’oggi a Parigi andrà in scena un importante summit sul delicato tema dei migranti e sulla Libia. In questo vertice sembra che a prevalere sia la linea voluta dall’Italia, che ha portato ad una drastica riduzione degli sbarchi nelle ultime settimane.

Gli ordini del giorno di questo summit che vedrà come protagonisti Italia, Spagna, Francia e Germania dovrebbero essere il sostegno all’Italia, la creazione di centri di accoglienza modello hotspot in Libia, aiuto finanziario a Tripoli e rispetto dei diritti umani.

Nel frattempo sono cominciate a circolare quelle che sono alcune anticipazioni su quello che ci sarà scritto sul documento finale. In particolar modo, è Repubblica a diffondere queste prime anticipazioni del documento, in cui dovrebbe esserci scritto: “Germania, Francia, Spagna e Alto rappresentante Ue si felicitano per le misure prese dall’Italia nel rispetto del diritto internazionale. Il codice di condotta sui salvataggi in mare è un passo positivo per migliorare coordinamento ed efficacia dei salvataggi. I capi di Stato e di governo chiedono a tutte le Ong che operano in zona di firmare il codice e rispettarlo”.

Inoltre, Madrid, Parigi e Berlino “continuano a sostenere l’Italia, in particolare intensificando i ricollocamenti e fornendo il personale necessario a Frontex e all’Ufficio europeo che si occupa di asilo”.

Le misure concrete

Secondo invece quanto riferito dal Corriere della Sera, per quanto riguarda le misure concrete in questo vertice si discuterà dei centri di accoglienza sul modello “hotspot” da aprire in Libia gestiti dall’Alto commissariato per i rifugiati e dall’Oim.

Ma anche del sostegno economico ai cittadini libici per renderli “indipendenti dal traffico di essere umani”, e del sostegno agli accordi stretti da Roma con i sindaci di 14 città libiche, con le tribù del sud e con il governo guidato da Sarraj.

In queste trattative saranno coinvolti anche diversi Paesi come Ciad, Niger e Mali, in quanto sono queste le zone di origine dell’immigrazione.

Come già accennato in precedenza, al summit, voluto fortemente dal Presidente francese Macron, parteciperà anche la cancelliera Angela Merkel. Che ha dichiarato: “Tutti in Europa devono accettare che il vecchio sistema-Dublino non è sostenibile, non può essere che Grecia e Italia debbano sopportare da sole tutto il carico, soltanto a causa del fatto che la loro posizione geografica è tale che i profughi arrivino da loro. Per questo motivo i profughi vanno distribuiti in modo solidale”.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.