×

Milan calciomercato: Bacca alla Cina? Il colombiano dice no

Milan calciomercato: Bacca alla Cina? Il colombiano dice no
Milan calciomercato: Bacca alla Cina? Il colombiano dice no

L’offerta cinese per Bacca potrebbe essere irrinunciabile. Ma il suo procuratore stronca: “Non c’è motivo perchè Carlos se ne vada. Vuole restare a Milano”.

Secondo Tuttosport, sono Guangzhou Evergrande, Shanghai Shenhua e Tianjin Quanjian i club cinesi interessati a Carlos Bacca. L’attaccante colombiano del Milan ha avuto un promettente inizio di stagione con ben 6 reti nelle prime partite. Ma ha chiuso il 2016 con una pessima prestazione a Doha durante la finale di Supercoppa italiana contro la Juve. E pare abbia smarrito la via del gol. Ciò nonostante, resta un giocatore più che appetibile.

Il club rossonero, tuttavia, non sembra avere alcuna intenzione di privarsene. Almeno a gennaio. E a meno che dalla Cina non arrivi un’offerta davvero irrinunciabile. In linea di massima, con circa 30 milioni di euro sul tavolo, il Milan potrebbe forse riconsiderare l’idea di fare a meno di Bacca e investire la somma incassata per arrivare a Simone Zaza, a un difensore e a un centrocampista.

A uscire allo scoperto, in questi giorni, è stato lo stesso Carlos Bacca.

Per la prima volta da quando è iniziato il mercato di gennaio, il suo procuratore Sergio Barila dà voce alle intenzioni del colombiano: “Nessun dubbio – ha sentenziato durante un’intervista rilasciata a calciomercato.com – Bacca rimarrà a Milano, perché in Italia e al Milan si trova bene. Lui e la sua famiglia. Non ci sono ragioni perchè se ne debba andare. Inoltre il club è molto soddisfatto delle sue prestazioni”. E in più, dettaglio che fa la differenza, Bacca ha appena portato a casa una coppa.

Con un solo colpo di spugna, quindi, il procuratore Barila ha stroncato tutte le voci e i presunti interessi verso il centravanti del Milan da parte della Cina. Nulla dovrebbe mutare, quindi, colpo di scena dietro l’angolo permettendo.

Il momento dedicato al calciomercato è comunque ancora lungo e tutt’altro che chiuso.

Leggi anche