Milan fuori dalle coppe europee? L'indiscrezione viene dal giornale sportivo spagnolo 'Marca'
Milan fuori dalle coppe europee? L’indiscrezione viene dal giornale sportivo spagnolo ‘Marca’
Sport

Milan fuori dalle coppe europee? L’indiscrezione viene dal giornale sportivo spagnolo ‘Marca’

Milan sede

Per il quotidiano spagnolo Marca, il Milan sarebbe a rischio esclusione dalle coppe. La Uefa non sarebbe disposta a concedere il voluntary agreement presentato dal club rossonero.

Milan a rischio coppe europee. Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo made in Spain Marca, il voluntary agreement presentato dalla società di Via Aldo Rossi non avrebbe convinto l’Uefa. Operazioni di mercato ‘non chiare‘, per citare le parole del quotidiano, e la lontana conquista di successi sportivi che garantirebbero la solvibilità delle operazioni, prima tra tutti la qualificazione alla Champions League: queste le ragioni della titubanza del massimo Organo di controllo finanziario europeo. L’amministratore delegato rossonero Marco Fassone lascia comunque trapelare un cauto ottimismo. Negli scorsi giorni ha affermato di non aver ancora ricevuto esito positivo o negativo da parte dell’Uefa. Le frecciate lanciate prima dal New York Times e ora da Marca sarebbero per l’a.d. rossonero totalmente infondate.

Voluntary agreement: cosa è

Il voluntary agreement, esplicitando la sua sostanza, non è altro che una ‘promessa’ di ritorno ai parametri indicati per considerare una società ‘sana’, in ordine con le linee imposte dal Fair Paly finanziario.

Il patto sottoscritto dalla società rossonera e presentato all’Uefa non è quindi altro che la promessa di ripristinare il bilancio riportandolo dal bollino rosso a quello verde. Promessa che deve essere mantenuta entro un determinato periodo di tempo, preventivamente indicato. Ne consegue che solo i successi conquistati in campo possono concedere la possibilità di una stabilità a livello economico.

Milan escluso dalle coppe europee

Il patto presentato dalla società rossonera non avrebbe trovato il parere positivo dell’Uefa. L’Organo di controllo finanziario non sarebbe disposto a legittimare una proprietà di cui non si fida pienamente. Investimenti ‘non chiari‘ e la lontananza dai successi a livello europeo sono due delle ragioni indicate dal giornale come perplessità dell’Uefa. Qual è il rischio che corrono i rossoneri in caso il voluntary agreement non venga accettato? Il rischio è quello di non riuscire a far quadrare i conti e di incorrere in gravose sanzioni pecuniarie. Lo spauracchio più grande è però rappresentato da un’eventuale esclusione dalle coppe europee.

Almeno secondo quanto raccontato dall’articolo del Marca. Limitazioni di mercato e alt alla rosa dei giocatori sono altre due delle pene previste per chi non assolve i propri debiti.

Milan Marca

Per andare a monte della problematica, si deve ricordare la cifra totale delle scorse operazioni di mercato. Circa 200 milioni di euro sono stati spesi dall’Associazione Calcio Milan per rimpolpare la propria rosa. Numeri che sono attualmente scritti in un bilancio dal bollino rosso. Proprio questa la ragione del freno che l’Uefa ha deciso di inserire. Il Fair Play finanziario prevede, al massimo, un debito di 30 milioni, dunque nettamente meno rispetto ai milioni dovuti dal Milan. Ne deriva, conseguentemente, che la società calcistica non potrà partecipare al prossimo mercato previsto per gennaio. Il fine è quello di risanare i conti, tentare di ottenere il massimo con i giocatori disponibili e, ovviamente, evitare di fornire nuovi dati negativi all’Uefa.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora
Sabrina Rossi 923 Articoli
Laureato in Storia, amante della televisione e della musica italiana con la passione per il calcio. Tremendamente testardo ma sempre pronto al dialogo con tutti. Andrea Ienco, nato nel 1992 a Milano. Laureato in Storia con la passione per il cinema e per tutto ciò che è innovativo. Il Master in Giornalismo e i viaggi negli Stati Uniti mi hanno dato la possibilità di crescere e imparare le tecniche del mestiere. Amante dei libri, specialmente storici, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.