×

Milano: Chiesa e accademici, 'ripartenza non può ignorare problemi emersi con la pandemia' (2)

default featured image 3 1200x900 768x576

(Adnkronos) – Gianmario Verona, rettore della Bocconi, insiste sulla capacità dell’uomo di pensare il futuro a partire dalla realtà in cui vive ed opera: "Siamo nel mezzo di una rivoluzione industriale -dice- che come ogni rivoluzione porta ad un cambiamento sociale e valoriale.

La pandemia ci ha annichilito; ha costruito barriere che siamo stati in grado di superare in fretta grazie anche al 'digitale'. Ora, nel governare la ripartenza, dobbiamo mettere al centro 'sostenibilità', 'responsabilità sociale' e 'accesso all’istruzione'".

Uno dei temi maggiormente toccati durante il confronto è stato quello del ruolo dell’università durante la crisi pandemica: "Durante il difficile periodo che abbiamo passato -sostiene Maria Pia Abbracchio, prorettrice vicaria dell’università degli studi di Milano con delega a Ricerche e Innovazione- la ricerca universitaria si è messa immediatamente al servizio delle necessità del Paese, condividendo scoperte, dati e conoscenze.

Sono stati temporaneamente messi da parte gli obiettivi specifici di ricerca individuale per un interesse collettivo e si sono creati spontaneamente network inter e multi disciplinari di ricercatori".

Questo, prosegue, è "un grande insegnamento che dobbiamo saper mettere a sistema nel futuro: continuare confronto e dialogo tra saperi diversi, che interagiscano in maniera sinergica, arricchendosi vicendevolmente. In particolare occorre proseguire sulla strada di una contaminazione reciproca, con la quale le ‘scienze dure’ parlano con le scienze biomediche e con quelle umanistiche, socio-economiche e giuridiche per un approccio olistico alle sfide dell’uomo".

Contents.media
Ultima ora