×

Milano, imprenditore farmaceutico arrestato per stupro: la denuncia di altre tre vittime

L’imprenditore farmaceutico arrestato per stupro a Milano è stato accusato del medesimo reato da altre tre ragazze che appaiono in alcune foto dall’uomo.

Stupro

L’imprenditore Antonio di Fazio, attivo nel settore farmaceutico e posto in stato di fermo dallo scorso venerdì dopo essere stato accusato di violenza sessuale da una ragazza di 21 anni, è stato denunciato per il medesimo reato da altre treragazze.

Imprenditore farmaceutico arrestato per stupro: la denuncia di altre tre vittime

Nella giornata di venerdì 21 maggio, l’imprenditore farmaceutico Antonio Di Fazio è stato arrestato per aver stuprato una studentessa della Bocconi di 21 anni presso la sua abitazione di Milano, dopo averle fatto ingerire una dose massiccia di tranquillanti. L’uomo ha, poi, abusato della ragazza priva di sensi e, durante la violenza, le ha anche scattato una serie di foto, accuratamente conservate sul suo smartphone.

La vicenda ha generato particolare scalpore, ottenendo vasta risonanza da parte dei media.

La diffusione della notizia, quindi, ha portato altre vittime di Antonio Di Fazio a contattare le forze dell’ordine e raccontare la propria drammatica esperienza. Sinora, sono state tre le ragazze che hanno denunciato abusi subiti da parte dell’uomo.

Imprenditore farmaceutico arrestato per stupro: le foto trovate sullo smartphone

Sulla base delle prime indiscrezioni trapelate a proposito della comparsa di nuove vittime, pare che le giovani che hanno denunciato l’imprenditore farmaceutico per violenza sessuale siano al momento tre e che esse figurino in alcune delle foto contenute nel cellulare, attualmente sotto sequestro dell’accusato.

Le ragazze, inoltre, verranno ascoltate dai pm diMilano nel corso delle prossime ore.

A proposito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emanata nei confronti del manager, invece, il gip Chiara Valori ha sottolineato che nello smartphone di Antonio Di Fazio sono state rinvenute circa 54 fotografie di altre ragazze “dello stesso tenore” di quelle fatte alla studentessa 21enne, “scattate dall’ottobre 2020”. La galleria hard posseduta dall’uomo, inoltre, è stata definita dal gip come “sconvolgente”.

Imprenditore farmaceutico arrestato per stupro: le indagini

L’indagine aperta in seguito alla denuncia sporta dalla studentessa della Bocconi è coordinata dal pm Alessia Menegazzoe dal procuratore aggiunto Letizia Mannella.

La ragazza, secondo quanto rivelato, si era recata nell’appartamento milanese di Antonio Di Fazio lo scorso 27 marzo, per partecipare a un incontro al fine di ottenere uno stage o un lavoro presso l’azienda Global Farma, della quale l’uomo risulta amministratore unico.

Una volta raggiunta l’abitazione, tuttavia, la ragazza si sarebbe ritrovata da sola con l’imprenditore, sentendosi presto priva di forze e stordita dopo aver bevuto un caffè corretto con una dose ingente di Bromazepam.

L’uomo verrà interrogato dal giudice nel pomeriggio di lunedì 24 maggio per raccontare la propria versione dei fatti, in merito alla vicenda raccontata dalla ragazza e a proposito dei suoi reati.

Contents.media
Ultima ora