Milano, incendio nella notte in Via Giacosa: 20 evacuati
Milano, incendio nella notte in Via Giacosa: 20 evacuati
Milano

Milano, incendio nella notte in Via Giacosa: 20 evacuati

Milano
Venti persone evacuate nella notte a causa di un incendio scoppiato in via Giacosa a Milano. A causare l'incendio sarebbe stato un corto circuito.

Venti persone evacuate nella notte a causa di un incendio scoppiato in via Giacosa a Milano. A causare l'incendio sarebbe stato un corto circuito.

Venti persone sono state portate via e tratte in salvo dai Vigili del Fuoco di Milano a causa di un incendio. Il fuoco sarebbe divampato in una palazzina sita in via Giacosa, al quarto piano. Secondo una prima ricostruzione fatta dai vigili sul luogo, a scatenare le fiamme sarebbe stato un cortocircuito. Causa del cortocircuito, il sovraccarico di una presa multipla posizionata dietro un frigorifero in uno degli appartamenti del quarto piano. Tra i venti condomini evacuati dalla palazzina, 6 sono stati ricoverati per aver inalato il fumo proveniente dall’incendio. Tra di loro ci sono 3 poliziotti.

Milano e gli incendi

Fortunatamente l’incendio (scoppiato nella nottata intorno alle 3.20) di via Giacosa non ha mietuto vittime. I 6 ricoverati non sono in condizioni gravi. I vigili hanno velocemente domato le fiamme. Verso le 6 del mattino i vigili del fuoco di Milano hanno dato l’autorizzazione ai condomini per poter rientrare nei propri alloggi.

Non è nuova la città di Milano alle cronache di incendi che interessano abitazioni e luoghi di lavoro.

Solo nell’ultimo anno, secondo una indagine il 2017 è stato un anno disastroso per via degli incendi sviluppatisi in Lombardia. Dal 1° di Gennaio 2017 fino al 31 Ottobre 2017 sono 234 gli incendi scoppiati, per una superficie di 4322 ettari andati in fumo. Tra questi, 2260 ettari interessato le aree non boschive. Le provincie più colpite sono Brescia (1151 ettari bruciati) e Como (1738 ettari) che totalizzano 56 roghi a testa. Milano totalizza appena 7 ettari bruciati e 11 incendi esplosi, ma quasi tutti accaduti in zone dell’abitato urbano. Ci si augura che il comune apra una campagna di prevenzione.

La Regione Lombardia continua questa lotta contro il fuoco, sfavorita dalla lunga stagione di siccità subita e dalla incuria degli uomini. Tra questi, presenti anche un nutrito numero di bracconieri. Questi che appiccano il fuoco, sono legati sono spesso legati a giri di affari che hanno mire di sfruttamento del territorio in senso agricolo o in senso edile.

Gente di pochi scrupoli che sfrutta al massimo il territorio, indebolendolo ed esponendolo a rischi sempre maggiori.

Lotta agli incendi

La Regione Lombardia ha stanziato 14 milioni di euro per la lotta contro gli incendi, distribuiti tra i vari Enti Locali. Una manovra che denota uno sforzo economico notevole per la salvaguardia del territorio. L’organico dei vigili dispone di 1400 Vigili, più 3200 volontari dell’Anti Incendio Boschivo (AIB). I mezzi d’appoggio agli uomini contano elicotteri e canadair. Quest’anno sono stati impiegati in diverse missioni: 76 missioni per i Canadair. 387 quelle invece degli elicotteri. Oltre a questo sostanzioso investimento in risorse per gli Enti Locali, una seconda proposta è stata varata. Non essendo semplice individuare e intercettare per tempo ove i piromani potranno appiccare il fuoco, l’AIB e la Regione Lombardia chiedono l’appoggio e la collaborazione dei cittadini. Collaborazione come dovere civico, segno di un saldo e organico legame tra istituzioni e cittadini nell’interesse generale e per il benessere della vita e del territorio.

Una manovra che si spera possa portare i frutti sperati contro gli incendi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*