Milano. Pisapia in difficoltà: i rom pretendono più spazio | Notizie.it
Milano. Pisapia in difficoltà: i rom pretendono più spazio
Cronaca

Milano. Pisapia in difficoltà: i rom pretendono più spazio

A poche ore dalla presentazione ufficiale, la Consulta dei Rom chiede al sindaco Giuliano Pisapia maggiore potere decisionale, in virtù del fatto che la nuova giunta sia stata eletta anche con l’appoggio dei nomadi.
Dopo l’incontro con l’assessore Granelli al quale, secondo Paolo Casna Ninchi ( portavoce dell’associazione Uppe Rom), i nomadi hanno contestato l’abbattimento di sei campi illegali, la Consulta chiede di bloccare i progetti di sgombero dei siti definiti fuori norma; ma non solo questo, perché l’organismo chiede anche che le comunità possano autogestirsi a livello economico ed organizzativo, partecipando alla stesura dei regolamenti inerenti ai campi.
Basilio Rizzo, presidente del Consiglio comunale di Milano, difende la propria scelta di avere aperto le porte di Palazzo Marino a rom e sinti; non è dello stesso parere il capogruppo PD Rozza che contesta al collega la decisione, ritenendo si sia creato così un precedente. La Rozza domanda cosa si dovrà fare se, un domani, a chiedere spazi dovesse essere Forza Nuova.

L’attenzione della Consulta si sposta anche sulla Casa della Carità (della quale è dirigente il vice sindaco Grazia Guida), ipotizzando di porre fine all’attività di don Calmegna, impegnato in opere di assistenza in concerto con Tavolo Rom, Acli e CGIL.
L’opposizione non resta a gurdare: Matteo Salvini (Lega Nord) propone la costituzione di ronde per vigilare su abusivismi nei quartieri adiacenti a campi e agglomerati rom.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche