Milano, rapina a mano armata in gioielleria: 6 arresti
Milano, rapina a mano armata in gioielleria: 6 arresti
Milano

Milano, rapina a mano armata in gioielleria: 6 arresti

Milano
Rapina a mano armata in una gioielleria di Milano, effettuata il 20 Marzo 2017. La polizia ha arrestato 6 persone, sospettate del colpo.

Rapina a mano armata in una gioielleria di Milano, effettuata il 20 Marzo 2017. La polizia ha arrestato 6 persone, sospettate del colpo.

Milano, il 20 Marzo 2017 era stato teatro di una rapina a mano armata in gioielleria. Il fatto era avvenuto in via Marco d’Agraste, nella zona 5 del capoluogo lombardo. Gli uomini della Polizia di Stato della caserma di Scalo Romana, a quasi un anno di distanza, hanno effettuato gli arresti. 6 persone sono state infatti raggiunte dagli ordini di custodia cautelare. Si tratta proprio dei rapinatori di quella rapina in gioielleria. Si tratterebbe di uomini e donne del commando che fece la rapina. Sono due donne e quattro uomini. Al momento parte di loro (quattro) è già in carcere, gli altri (i restanti due) invece stanno già scontando i domiciliari.

Si tratta di una banda tutta all’italiana. All’interno degli appartamenti dei 6 arrestati sono state rinvenute uniformi, pettorine e cappelli con la scritta della Polizia. Oltre a queste cose, ritrovate anche le armi utilizzate per fare il colpo. Ennesimo caso di rapina che affligge la città di Milano.

Milano e i rapinatori

Il 2017 è stato un anno particolarmente denso per Milano.

Al di là dei trambusti dovuti alla politica e agli episodi legati a migranti. Il 2017 ha visto un’impennata incredibile dei casi di rapina a mano armata nei negozi di Milano città e dintorni. Le gioiellerie sono gli esercizi commerciali più colpiti in assoluto. Corso Vercelli (Orologeria Verga), Via Pontaccio in zona Brera (una gioielleria non meglio identificata), in via Montenapoleone, Quadrilatero della Moda (Gioielleria Eleuteri). Rapine in appartamenti, come quello di via Fiori Chiari. Tutti colpi andati perfettamente a segno, che hanno fruttato bottini compresi tra i 100 e i 200 mila euro. Fortunatamente la maggior parte dei malviventi e parte del bottino sono stati recuperati al momento degli arresti. Indubbio è che però l’attività dei ladri e dei topi d’appartamento è sicuramente aumentata in città.

Inquirenti della Polizia e squadre della sicurezza private hanno un bel da fare tra prevenzione e indagini per sventare futuri colpi.

Il colpo

Come abbiamo detto all’inizio, il colpo per cui i 6 sono stati oggi arrestati, avvenne il 20 Marzo 2017.

A inizio primavera scorsa, il colpo venne effettuato il pieno giorno, intorno alle 10 del mattino per essere precisi. I ladri quel giorno si avvicinarono alla gioielleria in sella a due scooter (3 per scooter). Una volta arrivati sul posto, fecero irruzione, puntando la pistola contro i presenti nella gioielleria. Ad assistere impotenti alla scena, due commesse e il padre anziano della titolare. Titolare che al momento della rapina era assente. Una volta impossessatisi di alcuni gioielli, i ladri si sono dati alla macchia. Ad incastrarli sarebbero stati i video della sorveglianza della gioielleria in questione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche