×

Minestrone agli allucinogeni: 7 in ospedale, inchiesta aperta

Minestrone allucinogeno per alcuni ospiti di un hotel di Varazze: in sette finiscono all'ospedale. Sulla vicenda indagano Carabinieri e Asl: nel minestrone potrebbe esserci stata la mandragora

minestrone
Minestrone agli allucinogeni: 7 in ospedale, inchiesta aperta

Minestrone allucinogeno in un albergo di Varazze. La vicenda, che ne ha dell’inverosimile, è costata cara a sette persone che dopo essersi sentite male, sono state ricoverate in ospedale. Sul fatto indaga la Procura che ha aperto un’inchiesta per intossicazione alimentare, che farà chiarezza sull’accaduto. Coinvolti cinque adulti e due bambini che hanno iniziato a sentirsi male dopo la cena in albergo: nausea e stato confusionale i primi sintomi che hanno portato al ricovero in Ospedale. I cinque adulti intossicati, fortunatamente, sono stati dimessi questa mattina; mentre i piccoli sono rimasti sotto osservazione, per precauzione. La causa dell’intossicazione potrebbe essere la presenza di mandragora all’interno del preparato surgelato del minestrone.

Minestrone allucinogeno a Varazze

Stato confusionale e nausea: questi i sintomi che tre ospiti dell’albergo San Celso di Varazze e i titolari con i due figli hanno avvertito dopo la cena consumata in hotel.

La causa potrebbe essere nel minestrone che è stato servito agli ospiti e che, stando ai sintomi riportati e alle prime analisi, potrebbe avere contenuto foglie di mandragora finite per errore nel prodotto che è stato poi surgelato. La Procura ha aperto un’inchiesta per i sette intossicati, tra cui anche due bambini che sono ancora in osservazione all’Ospedale. Spetterà alle autorità fare luce su quanto accaduto nella cucina dell’albergo e risalire alle origini dell’intossicazione alimentare che ha mandato all’Ospedale sette persone.

I sette, tra cui un bambino di quattro anni figlio dei titolari del San Celso di Varazze, hanno cenato in albergo con il minestrone e poi si sono sentiti male. Il sospetto per l’intossicazione da mandragora, che potrebbe essere finita per sbaglio insieme alle altre verdure del minestrone, nasce dai sintomi che i sette hanno riportato in maniera pressochè uguale.

Giunti all’Ospedale hanno spiegato di sentirsi in stato confusionale, con nausea e bocca asciutta. I Carabinieri e l’Asl locale stanno svolgendo tutti gli accertamenti del caso per valutare se possa essere davvero la mandragora la causa dell’intossicazione.

La mandragora nel minestrone?

Dalle analisi che verranno effettuate da Asl e Carabinieri sarà fatta chiarezza sull’accaduto. La mandragora, una pianta tipica del Mediterraneo con proprietà allucinogene, potrebbe essere stata scambiata per un’altra verdura ed essere stata inserita nel preparato del minestrone per sbaglio. Le sue foglie, infatti, assomigliano alla lattuga e non si tratterebbe del primo caso di intossicazione dovuto a situazioni di questo tipo. Recentemente alcune persone sono state ricoverate a Milano, in stato confusionale, dopo aver mangiato spinaci surgelati acquistati al supermercato.

Dalle analisi è poi risultato che gli spinaci erano sani, ma il sospetto mandragola era subentrato anche nella ditta di surgelati che aveva immediatamente ritirato il prodotto.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche