×

Miozzo contrario alle riaperture: “Sarebbe devastante un nuovo lockdown”

L'ex coordinatore del Cts Agostino Miozzo ha parlato delle riaperture, mostrando qualche perplessità sulle modalità e sulle conseguenze.

miozzo riaperture

Agostino Miozzo, ex coordinatore del Cts e attualmente consulente del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha parlato delle riaperture previste il 26 aprile, ma rimane molto titubante sulle modalità. Titubante sulla sua carica: “Devo riflettere”.

Miozzo: “Massima attenzione con le riaperture”

Intervistato dal Corriere della Sera, l’ex coordinatore del Cts Agostino Miozzo e al momento consulente del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha parlato delle riaperture previste il 26 aprile 2021, con qualche perplessità.

Bisogna fare massima attenzione. Ripiombare in una situazione da lockdown nel periodo estivo sarebbe devastante. È necessario analizzare il percorso fatto in questi mesi di difficile lotta a un nemico sconosciuto, anche per prepararci a eventuali nuove evoluzioni di questa o di nuove crisi”.

Così dichiara il professore.

Una decisione che lo stesso Miozzo avrebbe contrastato e per questo motivo strebbe riflettendo sul suo futuro da consulente: “Ho bisogno di prendere una pausa per dedicarmi alla riflessione, all’insegnamento e allo studio. Ne parlerò con il ministro. Oggi più che mai servono molta prudenza e un grande equilibrio, soprattutto politico, nell’orientare decisioni che dovranno confrontarsi con le aspettative di milioni di persone”.

Vaccini e rischi

Proseguendo con l’intervista, Miozzo torna sul discorso del piano vaccinale legato alle riaperture. Per l’ex coordinatore del Cts si potrebeb raggiungere una copertura sufficiente in pochi mesi, anche se tutto dipenderà da molti fattori, riaperture comprese.

Sui rischi di una riapertura, Miozzo parla chiaramente: “Le aperture della scuola, della ristorazione o del mondo dello spettacolo contribuiranno certamente a un rialzo della curva. Il piano B deve pertanto essere sempre presente, e tutti sappiamo che sarebbe devastante dover ripiombare in una situazione di lockdown nel periodo estivo“.

In conclusione, un parere sul tema caldo del coprifuocoIl coprifuoco è una limitazione delle libertà di movimento adottata in moltissimi Paesi. Il “mio” Cts non si è mai espresso, ma abbiamo dato più volte pareri positivi sulla necessità di prevedere una riduzione della mobilità e del rischio delle aggregazioni in luoghi chiusi”.

Contents.media
Ultima ora