×

Mirko Farci morto per difendere la madre, Paola Piras si è svegliata dal coma dopo 40 giorni

Omicidio Mirko Farci: la mamma, Paola Piras, si è svegliata dal coma e sta meglio. Ora un'équipe di psicologi dovrà darle la terribile notizia.

Mirko Farci Paola Piras svegliata

Dopo 40 giorni di coma nella terapia intensiva dell’ospedale Nostra signora delle Mercede di Lanusei, Paola Piras si è svegliata. La donna è la mamma di Mirko Farci, il ragazzo di 19 anni morto per salvare la vita alla madre dalla furia omicida dell’ex compagno, Shahid Masih, che si era introdotto in casa della donna a Tortolì e l’aveva accoltellata per 18 volte.

Era stato Mirko Farci a fare da scudo alla mamma, rimanendo però purtroppo vittima dell’ex compagno della donna.

Mirko Farci, Paola Piras si è svegliata 

A quanto si apprende, appena sveglia, Paola Piras avrebbe subito chiesto notizie di suo figlio, ma per il momento non le sarebbe stato ancora riferito nulla delle sorti del giovane ragazzo.

Sarà compito ora di un’équipe di psicologi preparare e assistere la donna nell’apprendere della cattiva notizia. Le sue condizioni di salute, benchè in miglioramento, restano comunque ancora fragili e si vuole dunque evitare che apprendere della morte del figlio in maniera diretta possa peggiorare le cose. 

Mirko Farci: Paola Piras si è svegliata dal coma 

Al momento del suo arrivo in ospedale, le condizioni di Paola Piras erano apparse da subito molto gravi. La donna è stata sottoposta a tre delicati interventi chirurgici per ricucire le molte ferite e per ridurre l’ascesso nell’addome. Nel mentre, all’esterno dell’ospedale, si celebravano i funerali di Mirko Farci, con l’intera comunità di Tortolì in lutto per la brutalità dei fatti accaduti. 

Caso Mirko Farci, la mamma Paola Piras si svegliata 

Stando a quanto si è appreso a seguito della morte di Mirko Farci, lo stesso aveva comunicato agli insegnanti di essere sereno a casa con la mamma e i suoi fratelli a seguito dell’allontamento del compagno violento della madre. Mirko aveva dunque fiducia nel futuro, voleva diventare una chef, ma la sua vita è stata stroncata dalla furia di Shahid Masih. La scuola alberghiera frequentata dal giovane ha deciso nelle settimane successive di conferire il diploma postumo al ragazzo e di dedicargli una targa con scritto: “A Mirko, in ricordo del suo gesto, per noi una grande lezione di vita”. 

Contents.media
Ultima ora