Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Miss Italia: Facchinetti e la gaffe con la miss di colore
Lifestyle

Miss Italia: Facchinetti e la gaffe con la miss di colore

Miss Miluna Friul Venezia - Giulia
Samira Lui

Gaffe di Francesco Facchinetti, conduttore di Miss Italia per la seconda volta di fila: ha definito “senegalese” la terza classificata friulana Samira Lui, ma lei nata in Italia.

Il caso

Gaffe

Sabato 9 settembre è stata proclamata Miss Italia 2017, l’altoatesina Alice Rachele Arlanch, 21anni, seguita dalla feltrina Laura Coden, 19. Ma suo malgrado ha fatto discutere anche la splendida terza finalista classificata al concorso, la 19enne Miss Miluna Friuli Venezia-Giulia Samira Lui, con mamma friulana e papà senegalese. Il conduttore della manifestazione, Francesco Facchinetti ha dichiarato che la ragazza viene dal Senegal, è un esempio di integrazione”, ma in realtà è nata in Italia. E’ stata lei stessa a volerlo precisare, con Facchinetti e più tardi: “Mia mamma è italiana, io sono nata in Italia e mi sento italianissima al 100% – ha detto Samira, che poi vinto il primo titolo di Miss Italia Chef, preparando ottimamente un “friulanissimo” frico – quella frase di Facchinetti ha influito nel giudizio del pubblico a casa, soprattutto per il momento storico che stiamo vivendo. Inevitabilmente provo rabbia e delusione: ero convinta di poter rappresentare la mia regione e l’Italia”.

Doppia gaffe nei suoi confronti, dato che lo stesso sito ufficiale di Miss Italia, poco prima della dichiarazione della vincitrice, aveva annunciato che lo scettro e la corona sarebbero stati di Miss Friuli Venezia-Giulia: “Miss Italia 2017 sarà la numero 28 Samira Lui, Miss Miluna Friuli Venezia Giulia…”. Sembrava essere il titolo di un articolo di giornale, a cui si veniva rimandati appena cercato “Samira Lui” su Google, ma appena cliccato, compariva sul sito della gara soltanto la scheda della bellissima Miss nera – sarebbe stata la seconda dopo Denny Mendez, la giovane di origine dominicana che vinse nel 1996 e oggi modella e attrice –. In rete molti sono stati i commenti in “difesa” di Samira, dopo la gaffe di Facchinetti, ma purtroppo qualcuno non ha evitato commenti razzisti sulla pelle della ragazza.

La risposta di Samira

Concorrente di Miss Italia

Ma lei, che in gara ha dimostrato di avere personalità oltre che una notevole bellezza, risponde: “Le critiche non mi toccano e anzi scivolano via come l’olio perché io mi reputo friulana in tutto e per tutto, questa per me sarà una di quelle esperienze che capitano una volta sola nella vita e me la godrò tralasciando questa ignoranza.

Friuli ce la metterò tutta per portare a testa alta la corona nella nostra splendida Regione, con determinazione la vostra Miss. (Non è sudore ma le conseguenze dopo aver sentito la mamma essere orgogliosa di me)”.

Articoli di giornale contro la ragazza

Anche alcuni giornali hanno perso un’occasione per tacere, riferendosi al colore della pelle della terza classifica a Miss Italia 2017: per esempio il Secolo d’Italia, in un articolo che riprende l’infelice dichiarazione di Francesco Facchinetti e che si intitola “Miss Italia, fallisce il tentativo di far vincere la senegalese ‘integrata’ “, scrive: “Il copione sembrava già scritto: sabato sera, mentre iniziavano le votazioni per l’elezione di Miss Italia, sul sito ufficiale era comparsa per qualche minuto la notizia della vittoria di Samira Lui, 19 anni, italiana di padre senegalese, carnagione scura, riccioli neri. La miss ideale per sostenere le ragioni dello ius soli e del politicamente ‘corretto’ sui temi dell’immigrazione”. Ha insomma dichiarato che ai vertici di Miss Italia avrebbero voluto far vincere Samira solo perchè nera e figlia di una “coppia mista” e ha quindi espresso la propria soddisfazione perchè non è successo.

L’articolo definisce quella di Francesco Facchinetti “gaffe memorabile”, ma intanto l’ha usata per il suo titolo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche