×

Moggi: Se tornare alla Juve? Mai dire mai…

Condividi su Facebook

«Calciopoli? C’erano società che facevano cose che noi non facevamo: noi regalavamo magliette altri regalavano pullover di cachemire. Rispetto a questi qui eravamo dei chierichetti»
E’ un Luciano Moggi vulcanico quello che rilascia intervista a Tuttosport e parla della Juve ma del calcio in generale.
Sul mercato della Juve commenta subito: «Bisogna guardare le esigenze nell’immediato, la Juventus si è trovata senza attaccanti e deve provvedere anche per una questione numerica, però ovviamente non sono nomi per il futuro… Addirittura Floro Flores poi, riserva nell’Udinese…».
«Io infatti sono di questo parere a dir la verità, credo che la Juventus debba cercare di arrivare tra le prime quattro e sicuramente ne ha la possibilità, non capisco perchè debbano acquistare giocatori che poi magari la prossima stagione non serviranno.

Io gestirei l’emergenza in attesa che rientrino gli infortunati, tanto la Juventus non può aspirare a più del quarto posto. Eviterei di spendere ora per investire tutto sul mercato estivo dove si possono trovare giocatori in grado far ridiventare competitiva questa squadra. Il problema è la voglia di gestire l’emergenza. Io senza soldi ho dovuto gestirmi per forza per 12 anni, adesso in pochi anni hanno speso quasi 200 milioni e magari si possono permettere giocatori che non servono e che poi devono rivendere subito. D’altra parte dei 13 giocatori acquistati 9-10 andranno rivenduti… Così non si costruisce, si distrugge»,
In settimana è uscita fuori una voce che vuole un tuo ritorno a Torino insieme a Fabio Capello.

Quanto c’è di vero?
«Lasciamo perdere le voci e pensiamo al futuro immediato poi dopo vedremo il da farsi. Comunque nella vita mai dire mai…».

Scrivi un commento

1000

Leggi anche