×

Molestie sessuali in USA, accusato il noto drammaturgo Israel Horovitz

Condividi su Facebook

Nuovo caso di molestie sessuali negli Stati Uniti: a finire sotto accusa da parte di 9 donne, Israel Horovitz, noto drammaturgo americano.

Non si ferma l’ondata di molestie sessuali che ha travolto l’intera società statunitense. Nuove accuse fioccano ogni giorno. A venirne interessati nei mesi scorsi sono stati soprattutto personalità di spicco del cinema, dello sport, della televisione e della finanza.

Uno strascico di casi che fa pensare più a una sorta di malattia morale diffusa che a casi isolati. Un malcostume dilagante che denuncia lo stato di putrescenza dei costumi e che si tenta legalmente di arginare. A finire nell’occhio del ciclone, con l’accusa di molestie sessuali, è questa volta il noto drammaturgo americano Israel Horovitz. Ad accusarlo sono 9 donne diverse che avrebbero subito gli abusi in diverse occasioni dall’uomo che consideravano a un tempo amico e loro mentore.

Horovitz si è detto dispiaciuto dell’accaduto. Dice di avere ricordi diversi di alcuni degli episodi di cui viene accusato. Fa ammenda pubblica verso le 9 donne, scusandosi profondamente se qualcuno dei suoi atteggiamenti ha compromesso le donne in questione.

Molestie sessuali: gli episodi

Ma come si sono svolti i fatti che inchioderebbero alla gogna pubblica il 78enne regista teatrale Israel Horovitz? Le sue accusatrici gli contestano episodi di palpeggiamento, baci forzati, condotta sessuale inappropriata e stupri.

Tutto questo in un periodo che va dal 1980 fino ai giorni nostri. Arco di tempo in cui Horovitz avrebbe scritto ben 70 spettacoli teatrali e fondato la Gloucester Stage in Massachussets. Alcune delle donne che lo hanno accusato hanno lavorato per anni con lui. Tra di loro c’è Jana Mestecky, assistente di Horovitz tra il 1993 e il 1994. La donna ha raccontato di come alcune volte l’uomo l’abbia baciata e palpeggiata sul luogo di lavoro.

Ha raccontato anche di un episodio in cui lei ha dovuto consegnare una piece teatrale a casa di Horovitz. Qui l’uomo avrebbe aperto la porta di casa nudo.

Un’altra è Kim Senko, direttrice tecnica del teatro nel 1990. Lei ha accusato Horovitz di averla violentemente sbattuta al muro e di toccata sotto i vestiti, mentre la teneva bloccata. All’epoca con alcune colleghe al corrente dei fatti idearono un sistema per non rimanere mai sole.

Questi e altri i racconti, tra loro simili e lontani nel tempo, delle molestie sessuali subite dal regista. Tutte accuse che sembrano trovare conferma indipendentemente dai racconti delle donne. Queste ultime hanno confidato di aver trovato il coraggio solo dopo l’esplosione dello scandalo provocato dal produttore cinematografico H. Weinstein.

Reazioni

La direttrice della compagnia teatrale fondata da Horovitz, Liz Neumeier, si dice scandalizzata e imbarazzata a causa del comportamento dell’uomo. Si è immediatamente scusata con le 9 donne a nome dell’intera compagnia teatrale. Sosterrà le donne e le accuse, nuove e vecchie, che salteranno fuori nel corso delle indagini. Le molestie, ha detto, sono un comportamento intollerabile e pericoloso. A far da eco alla direttrice anche il figlio di Horovitz, Adam Horovitz, frontman dei gruppo rap Beastie Boys. Conosciuto anche AD-Rock sulla scena musicale, il giovane Horovitz ha detto di credere alle accuse contro il padre. Ha detto di volersi schierare da parte delle donne molestate. Non ha poi rilasciato altri commenti sulla questione.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.