Mondello: infarto mentre è in mare, muore davanti ai bagnanti
Mondello: infarto in mare, muore davanti ai bagnanti
Cronaca

Mondello: infarto in mare, muore davanti ai bagnanti

Mondello

Tragedia sulla spiaggia di Mondello, di fronte a centinaia di bagnanti. Un palermitano di 75 anni è morto sulla battigia per un probabile infarto.

Tragedia questa mattina, verso mezzogiorno, su una spiaggia di Mondello. Stando ai media locali, un palermitano di 75 anni sarebbe stato colto da un possibile infarto mentre si trovava in acqua. Vani i soccorsi. Nonostante il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca per l’uomo non c’è stato niente da fare. In attesa dell’arrivo del pm, il corpo è rimasto per un po’ di tempo coperto in spiaggia, tra i bagnanti sconvolti per quanto appena accaduto sotto i loro occhi.

Il malore

Sembrava un tranquillo venerdì di vacanza come tanti altri per i frequentatori della spiaggia di Mondello. In pochi minuti, invece, i bagnanti hanno dovuto assistere impotenti ad un tragedia avvenuta sotto i loro occhi. Un palermitano di 75 anni si è infatti sentito male improvvisamente a pochi metri dalla riva. Alcune persone, difatti, lo hanno visto galleggiare in mare, con il corpo trasportato dalle onde e dalla corrente.

I bagnanti che si sono accorti della scena hanno immeditamente chiamato i soccorsi.

Come riportano i media locali, sul posto sono giunti i bagnini che prontamente si sono gettati in acqua. Nel giro di pochi minuti il 75enne è stato quindi trasportato sulla riva. Nel frattempo, erano arrivati anche gli uomini dei vigili del fuoco in servizio nel vicino lido.

Le condizioni dell’anziano però sono apparse subito disperate. L’uomo infatti sembrava non respirare più. Un bagnino ha quindi praticato un massaggio cardiaco e anche la respirazione bocca a bocca. Il tentativo di rianimazione è durato diversi minuti, fino a quando non si è capito che per il 75enne ormai non c’era più nulla da fare.

Morto sulla battigia

Attoniti i bagnanti presenti in quel momento sulla spiaggia di Mondello, tra cui tante famiglie con figli piccoli. A decretare con certezza la morte del 75enne sono stati poi i sanitari del 118. L’ambulanza era stata infatti allertata da più persone fin dal momento del primo soccorso, avvenuto attorno a mezzogiorno.

Quando i medici sono giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che confermare quando già appurato dal bagnino.

Nel frattempo, è stata allertata anche la Polizia locale e la Capitanera di porto. Quest’ultima ha quindi chiamato il pubblico ministero di turno che ha disposto l’arrivo in spiaggia del medico legale. Nell’attesa, il corpo del palermitano è stato coperto con un telo da mare e lasciato in spiaggia, all’ombra di un ombrellone. I bagnini e gli agenti hanno quindi allontanato quel capannello di persone che si erano avvicinate perché incuriosite dalla macabra scena.

Sul posto, il medico legale probabilmente non ha potuto far altro che accertare il fatto che la morte non è avvenuta a seguito di azioni violente. Più di un testimone, d’altronde, sembra aver visto il 75enne sentirsi male all’improvviso. Il primo ad accorgersene sembra essere stato proprio un bagnino. Sarà quindi l’autopsia a stabilire con certezza i motivi del decesso.

In questo momento, si ipotizza un infarto o forse una congestione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche