Monica Vitti compie 80 anni - Notizie.it
Monica Vitti compie 80 anni
Bari e Puglia

Monica Vitti compie 80 anni

?”Devo solo pensare che in fondo tutto quello che mi capita è la mia vita”.

Monica Vitti ne “Il deserto rosso” (1964) di Michelangelo Antonioni

Monica Vitti compie 80 anni.
Poche attrici come lei, hanno saputo passare con disinvoltura e tra i due registri della recitazione: il dramma e la commedia.

Maria Luisa Ceciarelli, il vero nome di Monica Vitti, diplomata all’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico di Roma, debutta in teatro ma passa presto alle commedie e ad alcuni doppiaggi.

Dopo alcune commedie, è proprio Michelangelo Antonioni a fare di Monica la sua musa per una trilogia di film sull’incomunicabilità, l’alienazione, la solitudine dell’uomo nella società del benessere e dei consumi: L’avventura (1960), L’eclisse (1961) al fianco di Alain Delon (foto in alto), e Deserto rosso (1964), oltre al ruolo di co-protagonista in La notte (1961) con Marcello Mastroianni e Jeanne Moreau. Il sodalizio con il regista ferrarese non sarà soltanto artistico, ma anche sentimentale.

I due si ritrovano poi sul set del Mistero di Oberwald (1980), girato da Antonioni per la televisione.

Mostra tutta la sua vena brillante grazie a Mario Monicelli, che la vuole nel suo La ragazza con la pistola (1968), dove una ragazza siciliana va a Londra per vendicarsi dell’uomo che l’ha “disonorata” ma si innamora della libertà e dell’emancipazione femminile e diventa una autentica “ragazza yè yè”. Altri esempi della sua vena comica si trovano nei film girati insieme ad Alberto Sordi, Amore mio aiutami e Polvere di stelle, arrivando all’apice con Dramma della gelosia – Tutti i particolari in cronaca (1970) di Ettore Scola (foto in basso). Contesa tra Marcello Mastroianni e Giancarlo Giannini, la Vitti interpreta una ragazza di umili origini in bilico costante tra il ridicolo e il drammatico, riuscendo addirittura a citare in chiave comica i suoi ruoli per Antonioni.

Oggi Monica Vitti vive appartata a causa di una lunga malattia, e il Festival Internazionale del film di Roma, in corso in questi giorni, la festeggia con affetto, dedicandole una mostra fotografica all’interno dell’Auditorium che ospita il festival e proiettando il suo film da regista.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche