Montascale per Disabili: come funzionano e quando sono utili - Notizie.it
Montascale per Disabili: come funzionano e quando sono utili
Casa

Montascale per Disabili: come funzionano e quando sono utili

montascale
montascale

I montascale per disabili sono i supporti più installati e utilizzati per semplificare la vita di chi non ha il pieno controllo delle facoltà motorie

Perché un montascale è così importante? Qualunque soggetto abbia difficoltà a muoversi per le più svariate ragioni, ottiene così la possibilità di superare ostacoli e dislivelli importanti senza fare alcuna fatica. Ci si può spostare comodamente, anche se si è in carrozzina.

I montascale per disabili sono così gettonati perché sono anche un dispositivo molto versatile. Si possono installare praticamente ovunque e consentono il movimento sia in orizzontale, sia in verticale o addirittura a chiocciola. I montascale sono anche in grado di seguire l’andamento di una scala preesistente.

Montascale e barriere architettoniche

In quali casi un montascale diventa più utile, se non assolutamente necessario? Nella maggior parte dei casi ne hanno bisogno i locali pubblici per facilitare l’accesso alle persone con le più disparate disabilità. Non sempre infatti è possibile installare una rampa che permetta di superare le sempre più diffuse barriere architettoniche.

Come strumento versatile, però, i montascale tendono a essere adattabili a qualsiasi situazione perché infatti volendo dispongono di pedane di piccole dimensioni che si possono installare facilmente in case private e in condomini.

Anche nei casi in cui sembra che lo spazio sia minimo è possibile trovare il giusto modello. Quelli a poltroncina ad esempio possono essere posizionati anche laddove non sembra proprio che esista lo spazio necessario, come nel caso di quelli realizzati da Faboc Montascale Disabili.

A dispetto di quanto si possa pensare, poi, i montascale non sono nemmeno ingombranti. La maggior parte dei modelli in circolazione dispone di finiture pieghevoli per fare in modo che al termine dell’utilizzo del dispositivo questo non occupi troppo spazio e renda possibile il normale utilizzo della scala.

I costi dei montascale

È molto difficile rispondere a questa domanda a causa del fatto che esistono un’infinità di modelli presenti sul mercato. Si va dal migliaio di euro a cifre anche più elevate in base a quello che si sceglie, e al tipo di montascale che è necessario installare nella propria situazione.

Nella maggior parte dei casi è possibile installare la poltroncina o la pedana elevatrice che insieme al sistema di sollevamento non rappresentano affatto una spesa proibitiva. La cosa migliore da fare è contattare aziende specializzate nel settore per ottenere una consulenza e un preventivo che risponda perfettamente alle proprie esigenze.

Gli esperti possono indicare subito quale sia il modello di montascale più adatto alla propria situazione specifica e possono fornire un’idea della spesa che bisognerà affrontare.

Il meccanismo del montascale

Tra i vari modelli disponibili sul mercato, due prevalgono su tutti e sono quello a poltroncina e quello a pedana. Il montascale a poltroncina è costruito per seguire l’andamento di una scala. Nella sua installazione si segue alla perfezione l’andamento della parete o del corrimano che faranno da ancoraggio al dispositivo.

La poltrona è richiudibile per quei momenti in cui non viene utilizzata e inoltre è dotata di tutti i comandi utili a chi la sta utilizzando. La maggior parte delle poltrone sono dotate di pulsantiere per spostarsi verso l’alto o verso il basso senza alcuna fatica e senza bisogno di ricevere nessun aiuto.

Il modello a pedana invece è stato pensato per soddisfare le esigenze di chi si trova su una sedia a rotelle. In pratica si posiziona la sedia sopra la pedana e poi questa potrà essere bloccata tramite alcuni fermi utili a fare in modo che la carrozzina risulti perfettamente bloccata.

Anche nel caso delle pedane queste sono in grado di seguire perfettamente l’andamento di una scala, ma anche di superare dislivelli verticali presenti nelle abitazioni.

I Montascale Mobili

Per chiudere il quadro è interessante sapere che esistono anche i montascale mobili. Ne esistono di due tipologie principali. Un primo tipo è quello a cingoli, ma esistono anche quelli a ruote.

I montascale mobili non richiedono non richiedono installazioni e sono adatti a chiunque abbia difficoltà motorie, anche solo parziali o temporanee. Il superamento dei gradini è possibile con l’aiuto di un accompagnatore. Ci sono modelli che permettono di superare dislivelli anche autonomamente.

L’unico problema potrebbe essere lo spazio perché ad esempio la scala deve essere dotata di un pianerottolo con misure idonee e tali da permettere al montascale di girare sulla rampa successiva. In ogni caso l’utilizzo di questo tipo di montascale è sconsigliato quando ci si trova di fronte a gradini a spicchio.

I montascale a ruote invece sono utili sia all’esterno che all’interno e sono dotati di un sedile su cui si trasferisce l’utilizzatore per la salita e discesa di una scala. In alternativa si può fissare la propria carrozzina manuale o elettrica all’ausilio in questione.

Ambedue le soluzioni sono quindi indicate soprattutto per chi gode di una maggiore libertà di movimento.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche