Monte Bianco: individuati i corpi dei tre alpinisti dispersi
Monte Bianco: individuati i corpi dei tre alpinisti dispersi
Cronaca

Monte Bianco: individuati i corpi dei tre alpinisti dispersi

dispersi monte bianco
dispersi monte bianco

Recuperato il corpo di Luca Lombardini, uno dei tre alpinisti torinesi dispersi sul Monte Bianco. Individuata la posizione di Elisa e Alessandro.

Le speranze erano già morte ma ora arriva la conferma. Individuati infatti i corpi dei due fratelli Alessandro (28 anni) e Luca Lombardini (31 anni) e della fidanzata del secondo, Elisa Berton (27 anni). I tre alpinisti torinesi erano dispersi sul versante francese del Monte Bianco da martedì 7 agosto 2018. Le ricerche dei dispersi sono state difficoltose perché la zona dove è avvenuto l’incidente è ricco di crepacci.

Ritrovato il corpo di Luca

Recuperato dai soccorritori della géndarmerie di Chamonix e della guardia di finanza di Courmayeur e Bardonecchia il cadavere di Luca Lombardini, uno dei tre alpinisti morti durante una cordata mentre si trovavano sul versante francese del Monte Bianco. Il corpo del 31enne è stato recuperato nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 10 agosto 2018, in un crepaccio nella zona della Petite Aiguille Verte. Nella giornata di ieri, giovedì 9 agosto, i soccorritori erano stati costretti ad interrompere le ricerche a causa del maltempo e per il fatto che sulla zona c’era una continua caduta di pietre.

Prima di interrompere ogni comunicazione Elisa aveva scritto un messaggio al padre dove spiegava: “Meno male, abbiamo cambiato percorso.

Andiamo in una zona meno impegnativa e pericolosa. Sono stanca”. Nel corso dell’arrampicata però qualcosa deve essere andato storto.

Stando alle prime informazioni, dal corpo di Luca partirebbe una corda ma al momento i soccorritori non sono riusciti a seguirla. Forse all’estremità potrebbero esserci i cadaveri di Elisa e Alessandro. La loro posizione, infatti, sarebbe stata individuata ma i due non sarebbero stati ancora né avvistati né tantomeno raggiunti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche