Montecitorio, la protesta nazionale dei Vigili del Fuoco: "Siamo sottopagati"
Montecitorio, la protesta nazionale dei Vigili del Fuoco: “Siamo sottopagati”
Cronaca

Montecitorio, la protesta nazionale dei Vigili del Fuoco: “Siamo sottopagati”

Migliaia di pompieri in divisa sono giunti a Montecitorio da tutta Italia. L'obiettivo è di rivendicare un più equo trattamento pensionistico e retributivo.

Migliaia di pompieri in divisa sono giunti a Montecitorio da tutta Italia. L’obiettivo è di rivendicare un più equo trattamento pensionistico e retributivo.

I Vigili del Fuoco stanno manifestando, in questo momento, davanti alla Camera dei Deputati a Roma. Si tratta di migliaia di pompieri in divisa che sono arrivati a Montecitorio da tutte le regioni d’Italia. Il loro scopo è rivendicare un trattamento pensionistico e retributivo più equo. Secondo Conapo, il sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco, il corpo riceverebbe 300 euro al mese in meno in confronto con le già sottopagate forze di Polizia. Senza contare che non esiste alcun riconoscimento dei servizi operativi a fini pensionistici. Sono gli stessi eroi del terremoto e del Rigopiano. Ma sono anche i peggio pagati tra i Corpi dello Stato. Si collocano, perciò, agli ultimi posti nella classifica delle retribuzioni del pubblico impiego.

“Non è più possibile tollerare questa situazione inaccettabile – dichiara Mirco Luconi, segretario del Conapo di Ancona – perché non chiediamo privilegi ma solo parità di trattamento. In più, dobbiamo anche lottare contro la poca attenzione del Ministero dell’Interno e degli altri sindacati.

Perchè ogni volta che si riesce a ottenere qualche risorsa dal governo, viene distribuita anche a chi sta dietro una scrivania”.

© Riproduzione riservata

1 Commento su Montecitorio, la protesta nazionale dei Vigili del Fuoco: “Siamo sottopagati”

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche