×

Monza: ragazzi aggrediti nella notte

default featured image 3 1200x900 768x576

monza

L’episodio è avvenuto questa notte, alle 2 circa in viale Romagna angolo via Valassina, nel piazzale antistante Mc Donald.

Un gruppo di sei ragazzi, fra i quali alcuni mebri della band Furor Gallico, gruppo musicale molto noto nell’hinterland milanese ed una delle realtà più promettenti nel panorama folk metal italiano, sono stati aggrediti da una ventina di ragazzi.

L’aggressione è iniziata con una serie di insulti rivolti ai sei ragazzi, che non hanno reagito alle provocazioni, da li il passo all’aggressione fisica è stato breve.

Riportiamo il racconto che uno degli interessati ci ha rilasciato telefonicamente:

“Eravamo, verso le 2:00, al Mc Donald di Monza e dopo aver mangiato ci siamo intrattenuti nel piazzale per le classiche due chiacchere; mentre andavamo via un gruppo di ragazzi di ritorno da una discoteca che, avranno avuto la nostra età, hanno iniziato a lanciare insulti e offese riferite ai “metallari” e alle loro tendenze demoniache e “deviazioni sessuali”.

Noi li abbiamo ignorati, ci siamo fatti una risata e abbiam tirato dritto verso le nostre macchine. Uno di loro ha preso la rincorsa ed è saltato in testa a D., tempo qualche secondo ed eravamo accerchiati da una ventina di persone (noi eravamo in 6) che hanno iniziato a insultarci, hanno preso a schiaffi e calci tre di noi e stavano per aggredire anche la mia fidanzata … uomini d’onore proprio.

Ho urlato a tutti di entrare in macchina, ci siamo chiusi dentro e hanno iniziato a prenderle a calci tanto che hanno riportato anche graffi e ammaccature varie; a quel punto sono partito e me ne sono andato. Abbiamo chiamato i carabinieri, siamo tornati sul piazzale con loro ma ovviamente i gentiluomini se n’erano già andati; i carabinieri hanno richiesto le riprese delle telecamere del Mc Donald e stamattina sono andato a sporgere denuncia.”

Speriamo che, l’acquisizione da parte dei carabinieri dei video delle telecamere a circuito chiuso, portino all’identificazione degli aggressori.

Contents.media
Ultima ora