×

Morata e il piano tattico di Allegri alla Juve: “Mi ha bloccato per farmi stare a sinistra”

Alvaro Morata torna sul suo addio alla Juventus, non andato in porto a gennaio, ma solo a giugno: "A bloccarmi è stato Allegri"

Morata Allegri

Dopo un lungo pellegrinaggio in giro per l’Europa, Alvaro Morata era ben contento di tornare a vestire i colori della Juventus, nonostante il contratto prevedesse due anni di prestito e non un acquisto a titolo definitivo. Ad una buona stagione in bianconero con Pirlo in panchina è poi seguita una stagione molto difficile, per l’attaccante spagnolo, con Allegri allenatore.

Alvaro Morata sul mancato addio alla Juve a Gennaio: “Mi ha bloccato Allegri”

Alvaro aveva iniziato lo scorso campionato da prima punta alla Juventus, ma più per demeriti dell’impianto di gioco che demeriti suoi, non era riuscito a trovare troppe volte la via del gol. A gennaio, perciò, la dirigenza della Juve si era fiondata sul mercato, portando a Torino Dusan Vlahovic, il più promettente attaccante della Serie A.

A quel punto Morata avrebbe voluto partire, e sulle sue tracce c’era il neonato Barcellona di Xavi, ma il trasferimento è stato bloccato

L’intervento di Allegri e l’enigma tattico

A bloccare tutto, infatti, è stato Massimiliano Allegri. Il tecnico della Juve, spiega Morata, aveva un’idea tattica precisa e un nuovo ruolo pronti per lui: “Allegri ha bloccato tutto e io ho giocato sulla sinistra, l’ho fatto, anche se per me è stato uno sforzo.” Un’idea che, però, non ha funzionato molto stando a guardare i risultati sia di squadra che dei singoli giocatori, poco valorizzati come lo stesso Morata.

Contents.media
Ultima ora