Morbo di Crohn: i cibi da evitare
Morbo di Crohn: i cibi da evitare
Salute

Morbo di Crohn: i cibi da evitare

Morbo di Crohn
Morbo di Crohn

Il Morbo di Crohn è una malattia autoimmune che provoca una forte irritazione intestinale. Ecco la dieta da seguire per tenerla sotto controllo.

Il Morbo di Crohn è una malattia infiammatoria dell’intestino che può causare seri danni al tratto gastrointestinale. I principali sintomi sono la diarrea, il vomito, dolori intestinali e perdita di peso. Nei casi più gravi il Morbo di Crohn può coinvolgere altri organi e provocare eruzioni cutanee, artriti, infiammazione agli occhi oltre a un senso di spossatezza e mancanza di concentrazione. Si tratta di una malattia cronica per la quale non esiste ancora una cura specifica. Tuttavia è possibile tenere i sintomi sotto controllo seguendo una dieta sana ed equilibrata. Di seguito qualche consiglio.

Morbo di Crohn

Il Morbo di Crohn è considerato una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario aggredisce l’intestino provocando l’infiammazione. A scoprire la malattia, conosciuta anche come “enterite regionale“, fu il dottor Burrill Bernard Crohn nel 1932. Dal momento della scoperta sono stati fatti notevoli passi avanti sia nella fase diagnostica che nella cura. Non si conoscono ancora però le cause che determinano l’insorgenza del Morbo di Crohn.

A causarlo possono essere fattori ambientali, genetici, infezioni microbatteriche oppure una deficienza del sistema immunitario. Ci sono prove di una possibile natura genetica di tale malattia ma non esiste ancora una terapia farmacologia risolutiva. Inoltre in fase di diagnosi, l’infiammazione causata dal Morbo di Crohn è spesso confusa con la colite ulcerosa.

Terapia farmacologica

Per quanto riguarda la cura o comunque il trattamento dei pazienti affetti dal Morbo di Crohn, ci sono diverse indicazioni da seguire. Innanzitutto bisogna seguire una rigida terapia farmacologica. La somministrazione di determinati farmaci è utile per gestire la comparsa di nuove eventuali infiammazioni oltre che per tenere sotto controllo quelle già presenti. Nella maggior parte dei casi si tratta di cortisonici e immunosoppressori che evitano che il Morbo di Crohn si estenda ad altri tessuti.
Bisogna poi modificare il proprio stile di vita, in primis la dieta. Sebbene non sia il cibo a determinare l’insorgenza dell’infezione, evitare alcuni cibi aiuta a mantenere la malattia sotto controllo.

Alimentazione

Come abbiamo detto, non essendoci ancora una cura risolutiva per il Morbo di Crohn, quello che può fare il paziente è associare alla terapia farmacologica una dieta idonea.

In primis bisogna evitare cibi con un alto livello di fibre e quindi nello specifico frutta e verdura. È poi consigliabile evitare bevande, come caffè e bibite alcoliche, che possano in qualche modo irritare il sistema intestinale. No alle carni grasse, ai dolci, alle spezie e ai cibi piccanti. Da evitare poi le fritture, un eccessivo uso di burro, latte e latticini in generale. Idratarsi bene, bere tanta acqua e fare pasti piccoli e frequenti per accelerare il metabolismo. Ancora è consigliabile associare alla dieta un po’ di attività fisica e smettere ovviamente di fumare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche