×

Morta a soli 30 anni Gina Krasley, una protagonista di “Vite al limite”

È deceduta a soli 30 anni Gina Marie Krasley, una delle protagoniste dell'edizione 2020 di "Vite al limite", ignote le cause del decesso

Morta Gina Krasley, protagonista di Vite al limite

È di sabato 7 agosto 2021, la notizia della morte di Gina Marie Krasley, ex partecipante e protagonista del reality “Vite al limite” trasmesso in Italia dal canale tv Real Time. Il programma di cui la Kresley è stata partecipante per l’edizione 2020, mostra agli spettatori il percorso di dimagrimento seguito da persone fortemente obese.

Morta Gina Krasley, protagonista di “Vite al limite”

È morta a soli 30 anni, la giovanissima Gina Marie Krasley, nella sua abitazione a Tuckertone, nel New Jersey, di fatto si configura come l’ottava protagonista del noto programma sull’obesità, che non riesce a sopravvivere.

Non sono state rese note le cause del decesso, tuttavia con alta probabilità è possibile ipotizzare che la morte sia legata a problemi di salute collegati al peso corporeo della donna e alle relative patologie correlate all’obesità.

Morta Gina Krasley: l’esperienza a “Vite al limite”

Gina Marie Krasley è stata protagonista di uno degli episodi dell’edizione 2020 di “Vite al limite“, in quest’occasione la donna ha raccontato che la sua lotta contro l’obesità affondava le radici nella sua infanzia, sin da bambina infatti aveva identificato il cibo come un conforto e un rifugio dagli abusi fisici e verbali subiti dal padre.

La Krasley è giunta al programma in una condizione di eccessiva obesità psicologica e aveva cominciato il reality pesando ben 275 chili, perdendone 12 al termine del percorso con il Dottor Nowzaradan.

Morta Gina Krasley: “Vite al limite” e i social

Dopo la conclusione della sua esperienza a “Vite al limite” la giovane Gina Krasley, oggi deceduta, aveva conquistato una certa fama sui social media come TikTok, mezzi che la donna usava per diffondere messaggi positivi ai suoi follower, in particolare spronava le persone con chili di troppo a danzare, come amava fare lei e a non vergognarsi mai del proprio aspetto fisico. 

Secondo quanto raccontato dai familiari della donna, il suo sogno era quello di aprire una scuola di danza per bambini che necessitavano di esigenze speciali.

La danza è stata una delle più grandi passioni di Gina, un aspetto che è stato dolcemente ricordato nel suo necrologio dalle persone che più la amavano, ovvero la sua famiglia.

Dopo la morte di Gina, i suoi familiari hanno incoraggiato tutti i suoi sostenitori a donare ad enti di beneficienza per la cura della salute mentale, in onore e in ricordo della Kresley. La 30enne lascia a compiangere il dolore per la sua prematura scomparsa, la moglie Beth, la mamma Cathy e la sorella Ali.

Contents.media
Ultima ora