×

Morta Amy Winehouse: oggi i funerali in forma strettissima e l’addio dei fun nella casa di Londra

default featured image 3 1200x900 768x576

AmyWH medium 141846 0x410

Funerali in forma strettissima per la singer Amy Winehouse, morta in circostanze oscure appena tre giorni fa.

La cantante inglese nota più per i suoi eccessi che per il successo avuto grazie a una voce formidabile, sarà salutata oggi per l’ultima volta con una cerimonia strettamente privata. A renderlo noto il portavoce della famiglia dell’artista inglese, per cui non sono note le cause del decesso.

Overdose o suicidio?

Dopo le prime smentite di ieri, che non hanno lasciato trapelare ulteriori sospetti su una possibile mano esterna, la salma di Amy Winehouse sarà salutata da uno strettissimo gruppo di familiari e amici a lei vicini, anche dopo aver scelto di vivere ‘al massimo’.

Scotland Yard non è ancora stata in grado di fornire una spiegazione ufficiale sulle cause della morte della cantante, trovata senza vita sabato scorso nella sua abitazione di Londra. Anche se le ipotesi maggiori attrubuiscono le cause dell’uscita di scena della cantante a una sua volontà personale. I tabloid britannici hanno spiegato invece che la cerimonia funebre si è tenuta in un quartiere ebraico a nord di Londra. Nel corso dei funerali la salma dell’artista è stata cremata.

Per avere una certezza sulle cause del decesso bisognerà attendere i risultati dei test tossicologici che arriveranno fra quattro settimane.

Capelli cotonatissimi e occhi carichi di abbondante eyeliner, sul viso l’espressione costante di chi sa come funziona lo showbusiness: una promessa – quella di Amy Winehouse – di non fare mai più pace con la vita. Il corpo della cantante di Back to Black è stato ritrovato esanime nel suo appartamento a Camden Square.

Probabilmente a stroncarla un cocktail di farmaci e droga, ma la polizia si mantiene cauta e non conferma, in attesa dell’autopsia prevista per oggi.

Sconvolta la madre della Winehouse, Janis. ‘Era solo questione di tempo‘ – dice tra le lacrime la donna, che ha lasciato la figlia 24 ore prima del decesso. ‘Ti voglio bene, mamma‘ si sono dette prima di salutarsi. Per l’ultima volta.

La Bbc sostiene che il padre di Amy, Mitch Winehouse, questa mattina è stato a casa della figlia subito dopo aver ringraziato il tributo degli ammiratori.
Non posso dirvi cosa significa questo per noi‘.

Tutta la sua vita è stata dedicata alla sua famiglia, ai suoi amici e a chi ha saputo sempre apprezzarne il talento‘, ha aggiunto l’uomo di fronte ai fan che si sono riuniti a Camden Square.

Nata a Londra, cresciuta fin da piccola a pane e musica: da una mamma appassionata di Carole King e James Taylor e da un papà che ascolta Sarah Vaughan e Dina Washigton.
A scuola non era un’allieva modello: ‘fui bollata come iperattiva e mi tagliarono le gambe‘, dichiarò al Sun.

A dieci anni formò con Juliette, l’amica del cuore, un duo alla Salt-N-Pepa battezzato Sweet’N’Sour; a quindici aveva già confidenza con il grande repertorio jazz.

Fin quando Simon Fuller, l’uomo che ha inventato le Spice Girls e il reality “American idol”, ne percepisce le potenzialità: ‘Era Mahalia Jackson, Aretha Franklin e Courtney Love in una sola cantante‘.

Frank, l’album d’esordio del 2003, ha venduto 250 mila copie in Inghilterra (1 milione e mezzo nel mondo ad oggi), ma il secondo, Back to Black, ha superato ogni aspettativa. In pochi mesi la Winehouse compie il grande salto, diventando la rocker numero uno della scena internazionale.

Entra con prepotenza nella top ten della classifica americana di Billboard: ad oggi più di dieci milione vendute di copie vendute e 5 Grammy Awards conquistati. Partecipa ai più importanti festival rock europei e americani, tra cui Glastonbury e il Coachella, e conquista le prime di prestigiose riviste specializzate e di gossip, che sembrano aver individuato nella sua vita turbolenta il modo migliore per alzare le proprie tirature.

La Winehouse è un’autentica miniera d’oro per i tabloid scandalistici. Perde un canino durante una rissa in un club londinese, aggredisce un fan che la ossessiona senza ricorrere al bodyguard, sospende un concerto alla Brixton Accademy di Londra dopo che, ubriaca fradicia, ha vomitato sul palco. Non sarà l’ultimo.

Durante un talk show americano chiede qualcosa da bere e sputa in diretta quando si accorge che nel bicchiere c’è solo dell’innocua acqua minerale.

Amori finiti male, disturbi alimentari, depressione: Amy Winehouse racconta tutto questo e altro ancora nelle sue canzone, con la sua musica.
Subito viene paragonata alle icone maledette del rock. Amy però non sente di appartenere a quel mondo, e dichiara con molta onestà di non conoscere il repertorio musicale di Led Zeppelin e Pink Floyd.

I suoi modelli sono altri – da Etta James a Dinah Washington, da Sinatra a Tony Bennett – e soprattutto i gruppi vocali femminili degli anni sessanta: Ronnettes, Shireless e Shangri–las.

Il Sunday Times ipotizza un suicidio, i più un’overdose.
Secondo il domenicale The People, che cita fonti che avrebbero visto la cantante venerdì sera, avrebbero comprato cocaina, eroina, ecstasy e ketamina proprio poche ore prima della sua morte. Uno shopping di droghe probabilmente fatale.

Amy sembrava determinata ad avere una serata alla grande venerdì notte. Era in giro a Camden la sera, ma sembrava sicura di voler continuare la festa a casa propria‘: racconta una fonte al tabloid.

L’addio dei fan a Camden Square

Continua il pellegrinaggio dei fan a Camden Square. Da sabato scorso, da quando si è appresa la notizia della morte della giovanissima cantante soul, centinaia di ammiratori depositano fiori e messaggi di fronte la casa dove Amy Winehouse ha vissuto.
Nei primi minuti del filmato, si vede chiaramente anche il corpo della Winehouse, coperto da un telo, portato via dal coroner.

Fra i musicisti morti a soli 27 anni

Robert Johnson, Jimi Hendrix, Janis Joplin, Brian Jones, Jim Morrison, Kurt Cobain. E adesso anche Amy Winehouse.
Ritrovata cadavere nella sua casa di Camden, a Londra. Il primo a darne notizia è stato Sky News: pare che la causa sia un’overdose, ma per il momento non c’è alcuna conferma ufficiale. La polizia è arrivata nella sua abitazione alle 15,54 locali ed ha parlato di ‘circostanze della morte ancora da chiarire’. Da sempre dedita all’abuso di alcol e stupefacenti, Amy negli ultimi due anni aveva provato a disintossicarsi ritirandosi in una sorta di buen retiro nell’isola caraibica di Santa Lucia.

A giugno aveva iniziato da Belgrado un nuovo tour europeo: subito dopo l’annuncio del suo management che cancella l’intero tour. ‘Tutte le persone che le sono vicine’ – era scritto nel comunicato – ‘intendono fare tutto il possibile per aiutarla a tornare al suo meglio e le sarà dato il tempo necessario perché questo avvenga’.

Non erano un mistero i sui problemi con l’alcol e la droga. Aveva già sfiorato la morte, salvata in extremis dall’ex marito Blake Fielder-Civil, con cui si era sposata nel 2007.

Era stata fotografata più volte con strane cicatrici, arrestata per possesso di sostanze stupefacenti, scoperta a fumare crack.
Lei, d’altronde, i suoi problemi non li aveva mai nascosti: nel corso degli anni si era dichiarata maniaco depressiva, alcolista, anoressica, bulimica.

Arrivò a vomitare sul palco alla Brixton Accademy di Londra, e il video dell’ultimo concerto, il 18 giugno scorso a Belgrado, fece il giro del mondo. Ubriaca e ‘fatta’, nonostante l’accentuato stato confusionale, Amy Winehouse è riuscita a sostenere un pubblico di migliaia di persone che oggi si apprestano a salutarla.

In queste ore in tutte le radio risuona Rehab, il brano che la rese celebre in tutto il mondo e che parla del suo rifiuto di andare in clinica a disintossicarsi dall’alcool, come i suoi manager le avevano richiesto. Il titolo è la forma popolare e più usata di rehabilitation center.

Di seguito il video di Back to Black e l’ultimo intervista rilasciata a ITV.com

Back to Black http://www.youtube.com/watch?v=TJAfLE39ZZ8
The last Interview http://www.youtube.com/watch?v=X8Ip8CagM1o



HyperCounter


Bpath Contatore

Contents.media
Ultima ora