×

Morta ciclista olimpica Olivia Podmore, il giallo sul decesso: “Difficile accettare l’esclusione”

Una ciclista neozelandese che aveva partecipato alle Olimpiadi di Rio del 2016 è morta a soli 24 anni. Si indaga per capire le cause del decesso.

morta Olivia Podmore

Il mondo dello sport è in lutto per la perdita della ciclista olimpica neozelandese prematuramente scomparsa. A soli 24 anni è morta Olivia Podmore. La giovane è stata trovata senza vita in una proprietà a Cambridge, in Nuova Zelanda, solo poche ore dopo un post pubblicato sui social (e in seguito rimosso) che aveva fatto preoccupare fan e tifosi.

È giallo sul suo decesso e si indaga per fare chiarezza sulle cause della morte.

Morta la ciclista neozelandese Olivia Podmore

Aveva partecipato alle Olimpiadi di Rio 2016, ma non era stata scelta per Tokyo 2020. Una rinuncia obbligata sicuramente sofferta. Dietro l’esclusione si celano sacrifici, rinunce e passione sfrenata. Uno sport che non era una semplice professione, ma una parte integrante ed essenziale della sua vita. A soli 24 anni, con tutta la vita davanti e una carriera splendida ancora da costruire, è scomparsa la ciclista neozelandese Olivia Podmore. 

La giovane atleta è stata trovata senza vita lunedì 9 agosto, poche ore dopo un post pubblicato su Instagram (successivamente eliminato) con il quale spiegava le difficoltà di fare sport ad alto livello.

Il medico legale ha confermato la morte della 24enne, che è avvenuta in una proprietà a Cambridge.

Eric Murray, che ha gareggiato come vogatore per la Nuova Zelanda alle ultime Olimpiadi, è stato tra i primi a parlare del decesso dell’amica. È stato con lei il giorno in cui è morta e pare non abbia notato segnali riconducibili al suicidio (che sembra l’ipotesi più accreditata). Infatti, ha commentato: “Ero con lei lunedì 9 agosto e vorrei che avesse detto qualcosa.

La sua morte è uno shock e una tragedia. La perdita si ripercuote non solo su Cambridge e Christchurch, ma anche sulla confraternita sportiva. Abbiamo perso una sorella, un’amica e una combattente che ha perso quella voglia di combattere dentro di lei.

Morta la ciclista Olivia Podmore, i messaggi di cordoglio

Dopo la conferma del decesso di Olivia Podmore, si sono susseguiti anche sui social i messaggi di cordoglio. A mandarle un ultimo saluto è il fratello Mitchell Podmore, che ha pubblicato una foto in compagnia di Olivia e ha scritto: “Riposa in pace mia splendida sorella e amata figlia di Phil Podmore.

Sarai nei nostri cuori per sempre”.

Il team di ciclismo della Nuova Zelanda ha rilasciato una dichiarazione per porgere le più sentite condoglianze ai familiari della ciclista nata a Christchurch. “Olivia era una ciclista molto amata e rispettata nella nostra squadra di Cycling New Zealand. In questo momento stiamo fornendo supporto al nostro staff e ai ciclisti, alla comunità ciclistica e a coloro che erano vicini a Olivia. Estendiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Olivia in questo momento e chiediamo che i media rispettino la privacy della famiglia, degli amici e dei nostri ciclisti”, si legge.

Morta la ciclista Olivia Podmore, il post sui social

Ad alimentare il giallo attorno alla morte della povera Olivia Podmore è un post che lei stessa aveva pubblicato sui social e poi rimosso. La foto immortalava l’atleta insieme alla madre. A preoccupare i fan era la didascalia.

Infatti, aveva scritto: Lo sport è uno sbocco straordinario per così tante persone. È una lotta, ma è così gioiosa. Quando vinci la sensazione è diversa dalle altre. Ma quello che provi quando perdi, quando non vieni selezionato o non ti qualifichi, quando sei infortunato, quando non soddisfi le aspettative della società (come possedere una casa, matrimonio, figli, tutto perché stai cercando di dare tutto al tuo sport) è diverso da qualsiasi altra cosa”.

Contents.media
Ultima ora