×

Morta dopo Astrazeneca: la famiglia sarà risarcita con 77mila euro

Francesca Tuscano è morta dopo Astrazeneca a soli 32 anni: la famiglia sarà risarcita con 77mila euro.

vaccinazione

La famiglia di Francesca Tuscano, la 32enne morta ad aprile 2021 dopo essersi sottoposta alla vaccinazione tramite Astrazeneca, sarà risarcita con poco più di 77mila euro. La consulenza tecnica non lascia dubbi: la ragazza è morta a causa di una trombosi cerebrale dopo il vaccino.

Se l’indagine penale sarà molto probabilmente archiviata, è certo che il governo dovrà indennizzare ai parenti dell’insegnante genovese la somma di 77.468,53 euro. Come si legge dall’Unione Sarda, la cifra è prevista per i “parenti aventi diritto che ne fanno domanda, nel caso in cui la morte del danneggiato sia stata determinata dalle vaccinazioni” come vuole la legge che ha stanziato un fondo da 150 milioni di euro per coloro che hanno subito danni da vaccinazione anti-Covid. 

Morta dopo Astrazeneca: si prospetta una causa civile contro lo Stato

Data l’entità di tale cifra è lecito aspettarsi che la famiglia di Francesca Tuscano possa intentare una causa civile contro lo Stato. Dalla consulenza del dottor Luca Tajana (medico legale) e del dottor Franco Piovella (ematologo) si viene a conoscenza del fatto che “il decesso della paziente è ragionevolmente da riferirsi a effetti avversi da somministrazione di vaccino anti-Covid19″. 

Scagionati i medici coinvolti nella vaccinazione

Sono stati invece scagionati i medici coinvolti nella vaccinazione di Francesca Tuscano.

I legali della famiglia della 32enne risultano essere gli avvocati Tatiana Massaro e Federico Bertorello. I parenti dell’insegnante hanno fatto affidamento ai due dottori in legge per avere un orientamento su come muoversi d’ora in avanti. Massaro e Bertorello stanno intanto agendo per l’accesso agli indennizzi previsti, ma una causa civile allo Stato non sarebbe esclusa. 

Contents.media
Ultima ora