×

Morta escursionista di 23 anni: tragedia sulla Marmolada

Un'escursionista di 23 anni ha perso la vita sulla Marmolada. Il compagno è rimasto ferito. I due erano insieme ad una comitiva di sei persone.

Marmolada

Un’escursionista di 23 anni ha perso la vita sulla Marmolada. Il compagno è rimasto ferito. I due erano insieme ad una comitiva di sei persone. La coppia è precipitata in un crepaccio sul ghiacciaio. 

Morta escursionista di 23 anni: ferito il compagno

Verso le 19.30 della giornata di ieri, mercoledì 23 giugno, si sono concluse le operazioni per soccorrere due escursionisti rumeni. I due sono precipitati in un crepaccio sul ghiacciaio della Marmolada. La coppia era insieme ad una comitiva di sei persone, che hanno subito chiamato i soccorsi, e si trovavano ad una quota di circa 3.100 m.s.l.m sotto le roccette di Punta Penia. Secondo la prima ricostruzione il gruppo di persone stava procedendo lungo il sentiero innevato senza essersi assicurati l’uno all’altro.

Improvvisamente il ragazzo e la ragazza sono scivolati e sono finiti su un ponte di neve che ha ceduto a causa del loro peso. 

Morta escursionista di 23 anni: i soccorsi

Il giovane compagno della vittima è precipitato nel crepaccio per circa 15/20 metri ed è rimasto ferito. La ragazza è precipitata per più di 30 metri ed è deceduta. I compagni, che stavano scendendo insieme a loro, hanno immediatamente allertato i soccorsi.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 16.20. Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico e il Coordinatore dell’Area operativa Trentino settentrionale hanno chiesto l’intervento dell’elicottero, che ha vericellato sul luogo il Tecnico di Elisoccorso. Con altre operazioni sono stati trasportati in quota altri 8 operatori della Stazione Alta Fassa e trasferiti in sicurezza tutti gli altri membri di questa comitiva.

Morta escursionista di 23 anni: i soccorsi

I soccorritori intervenuti hanno raggiunto inizialmente il ragazzo, che era ancora cosciente. Con un sistema di contrappesi sono riusciti ad estrarlo dal crepaccio. Essendo ferito è stato elitrasportato a valle e trasferito all’ospedale di Cavalese in ambulanza, a causa dei traumi riportati nella caduta. In seguito i soccorritori sono riusciti a raggiungere la ragazza, ma purtroppo per lei non c’era nulla da fare. Le operazioni di recupero della salma sono state interrotte a causa del brutto tempo e sono ripartite nella mattinata di oggi. La giovane è precipitata per più di 30 metri e probabilmente è morta sul colpo. Sulle ferite riportate dal compagno non ci sono informazioni. 

Contents.media
Ultima ora