Morte Nicky Hayden: la famiglia donerà gli organi del pilota
Morte Nicky Hayden: la famiglia donerà gli organi, il saluto dei fratelli
Sport

Morte Nicky Hayden: la famiglia donerà gli organi, il saluto dei fratelli

Hayden
Hayden investito è in prognosi riservata

Lo aveva detto alla sua famiglia e la sua volontà verrà rispettata: gli organi di Nicky Hayden, purtroppo morto a causa di un incidente stradale, verranno donati

Un gesto di speranza pur nella drammaticità di un lutto. E’ quello che la famiglia di Nicky Hayden farà nei prossimi giorni, rispettando la volontà del pilota morto a 35 anni a causa di un grave incidente stradale mentre si trovava in sella ad una bicicletta. L’ex campione del mondo di MotoGp aveva detto in passato alla famiglia di voler donare gli organi qualora gli fosse successo qualcosa in pista; purtroppo il dramma è avvenuto su una strada, in un momento di svago e ha provocato la sua morte, ieri all’ospedale Bufalini di Cesena, dopo cinque giorni di coma a causa delle gravissime condizioni in cui versavs.

Alessandro Nanni Costa, direttore Centro nazionale trapianti, ha a tal proposito dichiarato: “Grazie a Nicky Hayden per aver scelto di donare i propri organi. Il sì alla donazione, espresso in vita dal campione ci consente di trasformare un momento di gradissimo dolore, quale la fine di una vita, in una occasione di speranza per altre persone.

In questi ultimi giorni, si è parlato molto delle sue qualità di sportivo, ma questa scelta ci parla delle sue qualità umane e completa il ritratto di un giovane uomo davvero straordinario. Domenica prossima si celebra la giornata nazionale della donazione, ricorderemo Hayden insieme a tutti i donatori e alle loro famiglie che con il loro sì ci consentono di curare i pazienti in attesa“. Insomma un ultimo toccante ed importante gesto, quello del campione scomparso troppo presto lasciando un enorme vuoto in tanti appassionati di motociclismo, e non solo.

La salma di Nicky Hayden verrà portata nel Kentucky per la sepoltura

Nicky Hayden non rimarrà in Italia: la sua salma verrà trasportata nel Kentucky, lo stato americano nel quale è nato, dopo che le ultime formalità burocratiche verranno espletate. E’ già stato dato il via libera, da parte della Procura, per l’espatrio a Owensboro, paese natio di Hayden, dove sono già state disposte le bandiere a mezz’asta per decisione del sindaco.

Nelle prossime ore dunque la famiglia del pilota si imbarcherà su un volo privato per portare la salma negli Stati Uniti: il fratello Tommy ha voluto ringraziare a nome della famiglia Hayden e della fidanzata Jackie, “tutti per i messaggi di supporto, è stato di conforto per noi sapere che Nicky ha toccato così tante persone in modo positivo.

Vorremmo che tutti ricordassero Nicky nei suoi momenti più felici, in sella alla moto: ci mancherà terribilmente. Un grazie anche al personale dell’ospedale per il loro incredibile supporto. Con il sostegno delle autorità speriamo di poter riportare presto Nicky con noi”.

Le parole toccanti della sorella Kathleen e del fratello minore Roger

Anche la sorella di Nicky, Kathleen, ha rilasciato una breve dichiarazione affidandosi ai social network per ricordare il fratello scomparso: “Oggi non solo ho perso il mio fratello maggiore, ho perso il mio migliore amico. Risposa in pace Tricky, finché non ci incontriamo ancora”, ha scritto su Twitter accompagnando a queste parole un’immagine che la mostra insieme al pilota. Anche il fratello minore Roger, ha postato su Instagram un lungo messaggio, rivolgendosi al fratello e scrivendo: “Sei stato campione del mondo per un motivo. Non ho mai incontrato qualcuno con il desiderio di correre in moto come te.

Non dimenticherò mai il lunedì mattina dopo la tua vittoria nel Mondiale mi svegliasti per andare a correre. E’ questo che ti differenziava da tutti gli altri e che ha fatto di te una leggenda”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche