×

Morte Noemi Carrozza, il GIP respinge l’archiviazione: “Da capire responsabilità Comune”

A circa tre anni di distanza, il caso della giovane Noemi Carrozza è stato riaperto dal GIP che ha respinto l'archiviazione.

Morte Noemi Carrozza

È stata respinta dal GIP, l‘archiviazione dei caso riguardante la morte di Noemi Carrozza, la giovanissima promessa del nuoto sincronizzato che trovò la morte dopo essersi scontrata con un albero mentre viaggiava sul motorino lungo la Cristoforo Colombo. Sull’incidente, avvenuto ormai tre anni fa, si cerca dunque di capire se il Comune fosse responsabile e in che modo la tragedia avrebbe potuto essere e evitata. 

Morte Noemi Carrozza, l’incidente poteva essere evitato? 

Proprio a questo proposito, il quotidiano “Il Messaggero”, ha precisato che, ciò su cui i magistrati dovranno fare charezza è su cosa il Comune poteva agire nel concreto e quali sarebbero state le responsabilità nel merito, specie da parte di chi, eventualmente avrebbe avuto il compito di occuparsi del verde della città. 

Morte Noemi Carrozza, il Gip ricostruirà i terribili istanti della vicenda 

Stando a quanto appreso, la famiglia avrebbe dichiarato che la figlia non sarebbe probabilmente morta, se in quel momento fosse stato installato un guardrail.

In ogni caso, tutto potrebbe diventare più chiaro una volta che i fatti di quel drammatico incidente verranno adeguatamente ricostruiti. 

Morte Noemi Carrozza, le circostanze del decesso

In definitiva, si cercherà di fare chiarezza su come il mezzo della giovane possa essere sbandato. La giovane infatti, stava procedendo a velocità basse. Da esami emerse che inoltre non ci sarebbero state eventuali distrazioni alla guida, né aveva assunto alcool o droghe. 

Contents.media
Ultima ora