Morto a 17 anni calciatore spagnolo: è caduto da un burrone
Morto a 17 anni calciatore spagnolo: è caduto da un burrone
Sport

Morto a 17 anni calciatore spagnolo: è caduto da un burrone

fabio soto

Il corpo del giovane è stato recuperato nelle acque di Malta, dove si trovava in vacanza, dopo essere precipitato. Inutili i tentativi di soccorrerlo.

Lutto nel mondo dello sport giovanile in Spagna. E’ morto, a soli 17 anni, Fabio Soto, giovane promessa del calcio che sperava di diventare un professionista. Sul profilo Twitter della Coruxo, squadra in cui Fabio Soto giocava, si legge: “Grazie per la grande solidarietà e rispetto che avete mostrato nei nostri confronti e nei confronti del padre”. Il ragazzo è deceduto a Malta, a causa di un tragico incidente.

Muore giovane promessa del calcio

Fabio Soto, originario della Galizia, ha diciassette anni e ama il calcio. Quando avviene il tragico incidente che gli costa la vita, il ragazzo si trova in vacanza a Malta. Una fatalità, ancora da ricostruire nei suoi particolari, ha causato la morte del giovane e promettente calciatore. Nella località di Delimara, Fabio Soto è precipitato in mare da un’alta scogliera. Nonostante i tentativi di soccorrerlo, non c’è stato nulla da fare. “Dolore, rabbia, tristezza, impotenza” si legge sul profilo Twitter del Coruxo, squadra nella quale ha giocato Fabio Soto, che milita nella terza serie spagnola.

La Coruxo ha confermato la notizia del decesso del giovane, dando qualche particolare in più sull’incidente. Da quanto riferisce la squadra, Fabio è precipitato in acqua martedì scorso, mentre era in compagnia di amici. Nel corso della notte, le ricerche si sono interrotte, per poi ricominciare la mattina successiva. “E’ morto mentre si trovava in spiaggia con alcuni amici, precipitando da un burrone e finendo direttamente in mare- spiega la Coruxo- L’incidente è avvenuto verso la 19.20 di martedì, ma le ricerche si sono interrotte con la notte e sono state riprese solo al mattino seguente, quando è stato ritrovato il corpo”, recuperato dai sommozzatori verso le 8 di mercoledì. Le autorità maltesi stanno effettuando le dovute indagini sul caso della tragica scomparsa del ragazzo.

Morte Noemi Carrozza, ultimi sviluppi

“Una tragica notizia strazia il cuore del nuoto sincronizzato italiano”, si legge sul sito web di Federazione Italiana Nuoto dopo la morte, per incidente stradale a Roma, di Noemi Carrozza. La giovane atleta avrebbe compiuto 21 anni a settembre.

Due giorni fa, il 4 luglio, la stampa ha diffuso l’esito delle prime indagini svolte dalle Forze dell’Ordine di Roma sulla morte di Noemi Carrozza, giovane promessa del nuoto sincronizzato, morta il 14 giugno scorso. La ragazza avrebbe compiuto vent’anni a settembre. Secondo quanto accertato dalle Forze dell’Ordine, che hanno effettuato i primi rilievi sul luogo dell’incidente su delega della Procura di Roma, il sinistro non è stato causato da problemi della strada: nel tratto di strada in questione non vi sono infatti buche, avvallamenti o altro che possa far pensare alle cattive condizioni del manto stradale per giustificare la caduta fatale di Noemi dallo scooter. Parallelamente è stata esclusa la possibilità che la ragazza abbia avuto uno scontro con un altro veicolo, o abbia avuto un malore: gli esiti dell’autopsia hanno eliminato infatti tale possibilità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche