E' morto Fidel Castro, il capo della rivoluzione cubana aveva 90 anni - Notizie.it
E’ morto Fidel Castro, il capo della rivoluzione cubana aveva 90 anni
Esteri

E’ morto Fidel Castro, il capo della rivoluzione cubana aveva 90 anni

Fidel Castro è morto all’età di 90 anni. E’ stato il fratello Raul a dare per primo la notizia della morte del lider maximo (il condottiero supremo) della rivoluzione cubana: il fratello, a cui Fidel aveva nel 2008 ceduto il potere, ha dichiarato, ‘il comandante in capo alla rivoluzione cubana è morto stasera alle 22.2’, con un messaggio sulla tv di stato concluso con ‘Hasta la victoria, siempre’, celebre espressione usata da Fidel Castro che significa, ‘Fino alla vittoria, sempre’. Lo scorso 13 agosto il padre della rivoluzione cubana aveva compiuto 90 anni e, per suo volere, il corpo sarà cremato.

Primo ministro di Cuba dal 16 febbraio 1959 all’abolizione della carica, il 2 dicembre 1976, ha rappresentato un simbolo per questa isola caraibica: dal 3 dicembre 1976 al 18 febbraio 2008 è stato Presidente del Consiglio di Stato e Presidente del Consiglio dei ministri, nonché Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba, il partito unico del Paese.

Insieme a Che Guevara, a Camilo Cienfuegos e al fratello Raul è stato uno dei protagonisti della rivoluzione cubana contro il regime del dittatore Fulgencio Batista. E’ stato Castro a proclamare, dopo il fallito sbarco nella baia dei Porci da parte di esuli cubani appoggiati dagli Stati Uniti d’America, l’istituzione della Repubblica di Cuba.

Una democrazia popolare apartitica, secondo Castro, nei fatti uno stato monopartitico di stampo socialista, definito però dai dissidenti e dagli analisti politici internazionali come regime totalitario. In virtù della posizione strategica dell’isola e della sua vicinanza con gli Stati Uniti, ha giocato un ruolo rilevante dal punto di vista internazionale ed è stato considerato dai detrattori come un nemico dei diritti umani, e dai sostenitori come un liberatore dall’imperialismo. Lascia dieci figli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche