Morto Hayden della superbike: aveva 35 anni - Notizie.it
Morto Hayden della superbike: aveva 35 anni
Sport

Morto Hayden della superbike: aveva 35 anni

hayden

Purtroppo non ce l’ha fatta. Il campione della SuperBike è deceduto questo pomeriggio a causa di ulteriori peggioramenti. Nicky Hayden ha perso la sua lotta per la vita.

Il pilota, investito mercoledì scorso mentre si trovava in bicicletta, non è sopravvissuto al trauma cerebrale. Il pilota, investito mercoledì scorso mentre si trovava in bicicletta, non è sopravvissuto al trauma cerebrale.Nicky Hayden è morto a 35 anni all’ospedale Bufalini di Cesena.

L’ex campione del mondo della MotoGp non è sopravvissuto ai traumi riportati nell’incidente in bicicletta, mentre si allenava, settimana scorsa.Come avevamo riportato Hayden era stato trasportato con l’elisoccorso al Bufalini, ma le sue condizioni in questi giorni non hanno subito dei miglioramenti, già da subito la situazione era apparsa difficile e disperata.

Ad annunciare il decesso l’ultimo bollettino medico dell’istituto. Dal momento del ricovero, le condizioni del pilota campione del mondo della MotoGp nel 2006, investito da un’auto durante un allenamento in bicicletta lungo la Riccione-Tavoleto, erano apparse gravissime.

«Il Collegio medico ha accertato il decesso del paziente Nicholas Patrick Hayden, ricoverato da mercoledì scorso 17 maggio nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data», recita il testo del comunicato.

Stando ad alcune ricostruzioni, nonostante i numerosi testimoni sul luogo dell’incidente che hanno immediatamente chiamato i soccorsi purtroppo si sarebbe perso del tempo in attesa di capire esattamente la gravità delle condizioni del 36enne.

Dal viale che dal mare porta verso i colli riminesi, Hayden forse è entrato con troppa decisione, o forse l’errore è stato dell’autista 30enne romagnolo, che uscito illeso dall’impatto.

Era reduce dalle gare di Superbike, dove correva con la Honda, a Misano e si stava allenando lungo le strade della cittadina romagnola quando a uno stop è stato urtato violentemente da un’automobile. Ne era uscito con un violento trauma cranico e con diverse fratture a bacino e corpo.

Il campione del Mondo MotoGp nel 2006, stava spendendo gli ultimi spiccioli di carriera in Superbike, e domenica scorsa aveva corso il Gp d’Italia a Imola, senza brillare.

Il pilota era spesso ospite in Romagna, ospite dell’amico Denis Pazzaglini, suo ex meccanico, ancora in MotoGp con lo spagnolo Dani Pedrosa.

Una foto dei due in bici, con casco e tenuta da ciclista, compare su Instagram, scattata poche ore prima dell’incidente: Nicky e Denis appaiono sorridenti.

Vicino a lui, al suo capezzale, c’era la fidanzata Jackie. Dagli Stati Uniti lo hanno raggiunto il fratello Tommy e la mamma Rose, mentre il padre non ha potuto raggiungerlo per problemi cardiaci.

Insieme al pilota tutto lo staff della Red Bull Honda, il team con cui aveva partecipato il 14 Maggio al gran premio di Imola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche