Morto Osama Bin Laden junior
Morto Osama Bin Laden junior
Esteri

Morto Osama Bin Laden junior

osama bin laden
osama bin laden

A 13 anni è morto il nipote omonimo di Osama bin Lader, è accaduto durante un raid aereo Usa tra Pakistan e Afghanistan

Un nome che ricorda un periodo buio e difficile del passato americano. E’ quello di Osama bin Laden, responsabile dell’attacco terroristico alle torri gemelle dell’11 settembre 2001, ricordo che torna inevitabilmente in mente alla notizia della morte del suo nipote omonimo. La conferma ufficiale è arrivata proprio, attraverso un comunicato, da Al Qaeda ed il decesso è avvenuto in una regione nota per le frequenti incursioni dell’aviazione a stelle strisce e dei droni gestiti dalla Cia.

Morto Osama Bin Laden junior

Si chiamava proprio Osama bin Lader, il nipote 13enne concepito dal figlio di Osama, Hamza bin Lader e la figlia di Abu Mohammed al Masri, considerato uno tra i più importanti dirigenti jihadisti che avrebbe organizzato gli attentati alle ambasciate statunitensi in Africa. bin Laden junior sarebbe stato ucciso, tra Afghanistan e Pakistan, in seguito ad un raid aereo statunitense o, non è ancora stato confermato, durante uno scontro a fuoco. Il legame tra il figlio di Osama e la figlia di Abu era considerato fondamentale nel dare maggior slancio e potenza ad Al Qaeda.

Ad oggi Hamza è a tutti gli effetti considerato l’erede non solo dal punto di vista genealogico ma anche e soprattutto politico, di Obama, il quale dovrebbe guidare l’organizzazione jihadista e decidere se accorparla all’Isis. Secondo gli esperti questa ipotesi non è però concretizzabile in tempi brevi considerata l’accesa rivalità che insiste tra le due organizzazioni di matrice terroristica.

Hamza bin Laden è l’uomo giusto?

Peraltro all’interno di Al Qaeda in molti ritengono che Hamza non sia il successore più adatto di Osama poichè non avrebbe doti tali da poter guidare l’organizzazione e non sarebbe oltretutto indicato nel tentativo di dialogo con l’Isis per creare una forza unica con una strategia univoca. Occorrerà anche capire quale sarà la sua reazione, dopo la morte del figlio tredicenne.

Isis e Al Qaeda, le differenze

Creare un tutt’uno tra Isis ed Al Qaeda è un’operazione davvero difficile: da un lato infatti l’Isis, che ha conquistato le principali città tra Iraq e Siria, effettua azioni di terrorismo e guerriglia efficaci. Di contro l’organizzazione di bin Laden si affida a diversi gruppi affiliati, sia nelle regioni africane che in quella afgano-pakistana. Il controllo sulle azioni terroristiche non è dunque diretto e questa differente strategia non è particolarmente apprezzata dall’Isis e potrebbe ostacolare i tentativi di dialogo interni per giungere ad un comune accordo strategico.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Daniele Orlandi
Daniele Orlandi 5980 Articoli
Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.