E' morto Puan, l'orango più vecchio del mondo: aveva 62 anni
E’ morto Puan, l’orango più vecchio del mondo: aveva 62 anni
Animali

E’ morto Puan, l’orango più vecchio del mondo: aveva 62 anni

Puan
Puan

Era dal 1968 allo zoo australiano di Perth. Puan, l'orango più vecchio del mondo, aveva 62 anni. E' morto martedì 19 giugno 2018

È morto Puan: l’orango più vecchio del mondo si è spento a 62 anni, nello zoo di Perth, in Australia. È stato sottoposto a eutanasia dai responsabili dello zoo, per alcune complicazioni legate all’età. La struttura che lo ospitava dal 1968. Gli oranghi sono una delle specie animali più minacciate al mondo. Il Guinness World Record nel 2016 aveva decretato Puan l’orango più vecchio del mondo. Ha lasciato 54 discendenti negli Stati Uniti, in Europa e in altri Paesi mondiali.

Puan se n’è andata

Addio a Puan, la femmina di orango più vecchia al mondo: aveva 62 anni. “La grande vecchia signora”, come era chiamata, era arrivata nello zoo australiano di Perth, nel 1968. Ha avuto 11 figli e 54 discendenti. Gli oranghi sono una delle specie animali più minacciate al mondo.

La sua scomparsa ha profondamente commosso guardiani e frequentatori dello zoo. La struttura era diventata meta ambita da tanti turisti: Puan incantava e conquistava proprio tutti.

Per molti anni hanno avuto il piacere della sua compagnia. L’orangutan più vecchio del mondo: così è stato riconosciuto dal Guinness World Record, appena due anni fa, nel 2016. Il simpaticissimo esemplare di orango è morto a 62 anni. Le sue numerose discendenze sono diramate negli Stati Uniti, in Europa e in altri Paesi mondiali.

L’orango è stato sottoposto a eutanasia per alcune complicazioni legate all’età ormai avanzata. “Nel corso degli anni le ciglia di Puan si erano inceppate. Il suo movimento era rallentato e la sua mente aveva iniziato a vagare”, così ha scritto Martina Hart, giornalista del West Australian. “Nonostante tutto è rimasta matriarca, una signora quieta e dignitosa come è sempre stata”. Era arrivata in quello zoo nel 1968. La struttura l’ha ospitata fino al giorno del decesso. Era nata in una giungla di Sumatra, in Indonesia. Dopo 12 anni dalla sua nascita è stata trasferita in Australia, ospitata per cinquant’anni nello zoo di Perth.

Orango: una specie minacciata

La sua genetica conta poco meno del 10% della popolazione zoologica globale.

Così ha spiegato il supervisore ai primati, Holly Thompson. “Per la colonia dello zoo di Perth e la sopravvivenza della sua specie, Puan ha fatto molto“, ha ricordato commosso.

Dopo la morte di Puan, alcuni dei suoi discendenti sono stati rilasciati in libertà. Stando a quanto riportato dal World Wildlife Fund, nel mondo ci sono solo circa 14.600 specie di oranghi di Sumatra. Oggi questi animali si trovano solo nella parte nord-occidentale dell’isola(circa il 10%) e nel Borneo (il restante 90%). Per l’orango la foresta è di vitale importanza. E’ il suo habitat naturale: è lì che la specie trascorrere intere la sua giornata. Nel Borneo, quasi il 40% è andato perso tra il 1973 e il 2010. La colpa, ovviamente, è della deforestazione. A Sumatra questa percentuale ha raggiunto addirittura il 60 %, tra il 1985 e il 2010.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*