Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
MotoGP: i commenti di Rossi e Guareschi dopo il GP di Germania
Guide

MotoGP: i commenti di Rossi e Guareschi dopo il GP di Germania

Purtroppo la gara di domenica non è stata esaltante per il campione di Tavullia. Un nono posto per Valentino e soprattutto un accumulo di oltre 27 secondi di ritardo su Dani Pedrosa, rappresentano bene il quadro della situazione in cui Ducati si ritrova. Che sia la normale GP11 o la consorella ibrida GP11.1 la musica non cambia di molto. E comunque ad inizio anno per quanto si potesse ragionevolmente immaginare che la strada sarebbe stata in salita nessuno poteva ipotizzare che la pendenza fosse così aspramente impervia.
Valentino Rossi: “Oggi è andata un pochino meglio: questa mattina nel warm-up abbiamo fatto una modifica al set up che mi ha permesso di migliorare leggermente il feeling dopo prove davvero molto, molto difficili. Il mio passo era quello del gruppetto di Nicky e Bautista, forse anche un pò più rapido, ma nella seconda parte di gara ho avuto un piccolo inconveniente al cambio.

Mi penalizzava soprattutto nell’ultima curva, quando inserivo la terza, perché la moto si impennava. In ogni caso non è lì che vogliamo stare. Oggi abbiamo sicuramente migliorato rispetto a sabato ma siamo ancora troppo lontani. Arriviamo tardi con il set-up per la gara e questo rende tutto più impegnativo, ma per poter migliorare dobbiamo provare tante cose e in questo modo è facile perdere la direzione“.
Lo stesso Vittoriano Guareschi è conscio del lavoro che c’è ancora da fare e l’obiettivo, gara dopo gara è quello di riuscire a mettere Rossi nelle condizioni di beneficiare del meglio che la Casa di Borgo Panigale è in grado di offrire. Prendiamola con filosofia e partiamo dal presupposto che occorre pazienza. Ormai è importante lavorare con la testa proiettata al 2012.
Vittoriano Guareschi: “Un fine settimana molto difficile, abbiamo dovuto lavorare tantissimo fino all’ultimo minuto per riuscire a mettere Valentino in condizione di fare una gara discreta.

Naturalmente i nostri obiettivi sono diversi da questo ma è positivo che siamo riusciti a trovare, seppure alla fine, un set-up che ha permesso a Vale di girare mezzo secondo più veloce che in qualifica. Nicky ha preso un grosso rischio nei primi giri e ha perso un po’ di fiducia che poi comunque ha ritrovato nella seconda parte di gara, mantenendo un buon ritmo fino alla fine“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche