×

Mottarone: zio Eitan, 'appello ai politici perché torni a casa, ha già sofferto'

default featured image 3 1200x900 768x576

Milano, 14 set. (Adnkronos) – "Voglio fare un appello ai politici sia in Israele che in Italia, perché le ruote del sistema giuridico sono più lente e perché qui c'è un disagio enorme di un bambino che ha già subito un trauma inimmaginabile e ha perso tutta la sua famiglia nell'incidente del Mottarone".

A parlare ai giornalisti presenti davanti alla villetta alle porte di Pavia in cui abitava Eitan – il piccolo rapito e portato dai nonni in Israele – è Or Nirko, marito della zia affidataria Aya.

Nell'incidente del 14 maggio scorso, il bambino ha perso i genitori, il fratellino e due bisnonni. E' l'unico sopravvissuto alla caduta della cabina numero 3, ma ha riportato un "trauma fisico ed emotivo enorme – dice lo zio ai microfoni di Sky Tg24 -.

Dopo che ha visto morire i suoi genitori, ora lo hanno tolto brutalmente dalle persone più vicine che aveva", dice l'uomo che sta lottando per riportare il bambino a casa.

Contents.media
Ultima ora