×

Museo delle cere abbandonato, una visita in stile horror

Un luogo abbandonato di cui non si conosce storia e proprietario è un motivo in più di fascino per i visitatori del brivido.

default featured image 3 1200x900 768x576

Il Museo delle cere è un’attrazione coinvolgente ed emozionante. Vedere le celebrità o i personaggi storici del passato è un’occasione incredibile ma non in questo caso. Il Museo delle cere di cui parleremo non tutti lo visiterebbero volentieri. Intriso da un’atmosfera lugubre questo luogo provoca soltanto emozioni di paura e inquietudine.

Si tratta di un luogo completamente abbandonato probabilmente dagli anni ’50 del secolo scorso. A diffondere la notizia dell’esistenza di questo luogo è in fotografo che si diletta ad esplorare luoghi urbani abbandonati.

Museo delle cere abbandonato

Il Museo delle cere in questione si trova nel Maryland, più precisamente a Baltimora negli Stati Uniti. L’ultima moda di esplorare i luoghi urbani abbandonati ha portato questo fotografo ed un amico ad inoltrarsi tra le mura inquietanti di questo edificio.

Una volta entrati, fortunatamente in pieno giorno, cominciarono a scattare delle foto che hanno tutta l’aria di provenire da un set di un film dell’orrore. Il fotografo, dal nome ignoto, si fa chiamare A.D. di lui si conosce solamente il cognome “De Leon“.

museo delle cere

Ad accogliere i due ragazzi sono sculture di cera non terminate, manichini in plastica e cartapesta e molto altro. La parte più inquietante della visita sono però state le bare sparse all’interno della struttura. Tra queste ci sono bare fittizie e bare reali. Ad accogliere all’entrata i due fotografi c’è un manichino di cartapesta al cui braccio vi è legata una catena. Il disordine, la polvere, e il caos fa da sfondo a tutte le figure spaventose presenti tra quelle mura.

Mani, piedi e teste di plastica sparse dappertutto giacciono sul pavimenti sui quali cadono pezzi di soffitto ormai pronto a crollare da un momento all’altro. Oltre alle numerose figure umane di cera vi è anche un serpente che ha tutta l’aria di voler tener lontano gli ospiti indesiderati.

Oggetti inquietanti

Fino ad ora tutto “normale” ma più i ragazzi si inoltrano nel Museo abbandonato più oggetti inquietanti incontrano. Due sono le bare vere che incontrano i fotografi. Queste sono posizionate in piedi e il motivo per cui sono state messe in quel modo è del tutto sconosciuto. Non poteva poi mancare un bambino manichino che diligentemente sorveglia l’ingresso di una delle stanze. Il piano di sotto, dal quale si arriva tramite delle scale di legno ormai usurate e scricchiolanti, De Leon e l’amico trovano un’altra bara. Questa volta i due si spaventano e decidono di aprirla per verificare la presenza di qualche cadavere. Fortunatamente è vuota ma comunque spaventosa.

museo delle cere

Contents.media
Ultima ora