×

Nadia Toffa torna in tv dall’11 febbraio, e non ha più paura

Nadia Toffa sta meglio, tornerà in tv dall'11 febbraio, e dichiara: "Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire".

Nadia Toffa
Nadia Toffa torna in tv dall'11 febbraio

Nadia Toffa sta decisamente meglio! Dopo il malore che l’ha colpita lo scorso dicembre, la presentatrice de “Le Iene” è pronta a tornare sul piccolo schermo e dall’11 febbraio indosserà di nuovo con il suo completo da iena, per apparire in diretta dallo studio di Italia Uno.

Nadia Toffa ospite a “Verissimo”

Sabato 13 gennaio Nadia Toffa sarà ospite della padrona di casa Silvia Toffanin nella trasmissione pomeridiana in onda su Canale Cinque. Ha rilasciato un’intervista in cui parla della sua disavventura, e ha dimostrato di non aver affatto perso il suo spirito, anzi!

Le sue dichiarazioni, infatti, lasciano presagire che Nadia Toffa è prontissima per il suo ritorno davanti alle telecamere: “Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire.”.

Una dichiarazione molto importante, anche considerando che all’epoca del suo malore, quando ancora non erano stati resi noti i motivi del suo ricovero, si pensava al peggio.

La presentatrice, però, durante la lunga intervista che ha rilasciato ci ha tenuto a ribadire di non essere stata in pericolo di vita, che non ha avuto paura, che si sente meglio di prima e che, ovviamente, non vede l’ora di tornare sul piccolo schermo a fare il suo lavoro.

Nadia Toffa

Nadia non ha paura

Nadia Toffa ha mostrato grande coraggio e determinazione in questa triste e dolorosa vicenda. Sin dai primi giorni in cui la sua situazione clinica è migliorata, ci ha subito tenuto a rassicurare tutti sul suo stato di salute.

Così come dichiarato a Silvia Toffanin, infatti, il suo pensiero immediato è stato quello di tranquillizzare tutti coloro che fanni parte della sua vita.

A quanto da lei stesso ammesso, infatti, la sua paura più grande è stata indirizzata nei confronti della sua famiglia: i suoi genitori, le sue sorelle, i suoi amici perché lei è consapevole, come lo è stata in quei momenti, che non erano pronti a perderla.

Nei momenti passati in ospedale nel reparto di rianimazione, infatti, non è stato possibile per Nadia non rendersi conto di quanto fossero preoccupati i suoi genitori. Benchè, ovviamente, tentassero in tutti i modi di darle sicurezza, di tranquillizzarla, di esserle vicina senza farle comprendere il loro dolore e la inevitabile ansia provata in quel momento.

Il malore di Nadia Toffa

Lo scorso 2 dicembre Nadia Toffa si trovava a Trieste per lavoro, e all’improvviso aveva avuto un mancamento nella hall dell’albergo in cui era ospite. Fortunatamente le prime notizie dopo il malore erano state, immediatamente, definite decisamente positive.

A quanto appreso dalle notizie diffuse allora, Nadia Toffa, ricoverata in prognosi riservata per una patologia cerebrale, durante l’intervista ci ha tenuto anche a chiarire alcune cose rispetto al suo ricovero: “Non ho mai rischiato di morire, ma finché sei lì in rianimazione e non fanno tutti gli accertamenti, non lo sai. Su suggerimento di un mio collega ho anche pregato, ripetendo le preghiere che sapevo e mi sono ricordata.”.

Rispetto ad oggi, invece, Nadia ci ha tenuto a dichiarare di stare benissimo, anzi meglio di prima. A suo dire, infatti, esperienze del genere, così forti e dolorose, servono a far rivalutare la vita. Un evento all’apparenza terribile, difficile da superare tenendo anche conto che più giornali hanno scritto che stava addirittura per morire, è invece riuscito a far scorrere ancora di più la vita nelle sue vene.

Contents.media
Ultima ora