×

Napoli, fermati tre minorenni per lo stupro di una dodicenne

Fermati tre minorenni a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli per lo stupro di una dodicenne che ha trovato il coraggio di denunciarli.

Napoli3 1600x2077 768x462
Bambina vittima di abusi

A Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, tre minorenni tra i quattordici e i sedici anni sono stati fermati con l’accusa di aver stuprato una dodicenne, residente nel vicino comune di Gragnano. I provvedimenti sono stati emessi dalla procura presso il Tribunale dei Minori del capoluogo campano in seguito alle indagini portate avanti dalla Squadra mobile partenopea e dal commissariato di Castellammare.

La ragazzina convinta a denunciare

Pochi i dettagli della vicenda trapelati. La vittima di stupro, assistita dall’avvocato Roberto Chiavarone, avrebbe trovato il coraggio di avvisare le autorità un mese dopo i fatti, spronata più volte da genitori e insegnanti, i quali si erano accorti che qualcosa non andava nel suo comportamento. La dodicenne, infatti, appariva terribilmente scossa e cambiata, ma non voleva confidarsi con nessuno.

Chiavarone afferma che da parte della famiglia della giovanissima non ci sono trionfalismo o giustizialismo, appresso del fermo dei presunti responsabili del gesto, ma solo l’intenzione di tutelare la privacy della ragazzina.

Si attendono gli sviluppi del caso.

Carabinieri Castellammare

Il racconto della vittima

La ragazzina, che ora si trova ospite nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei per cercare di superare lo shock, ha raccontato di aver accettato un invito a uscire in motorino da parte di un amico più grande (qualcuno dice il suo fidanzatino) per andare a una festa, ma poi lui l’avrebbe condotta in un luogo isolato in campagna.

Lì sarebbero giunti successivamente altri due minorenni e i tre, a turno, avrebbero abusato di lei. Le violenze sarebbero state anche riprese con un cellulare. Le indagini sono ancora in corso. Smentita la voce secondo cui la dodicenne sarebbe stata messa incinta da uno degli stupratori: almeno questo le è stato risparmiato.

Stupro

I commenti sul web

La vicenda della dodicenne violentata dal braccio a Castellammare di Stabia ha suscitato reazioni indignate anche su Internet. Qualcuno chiede una legge severa anche per i minori che si macchino di violenza sessuale, altri osservano che i figli, a dodici anni, dovrebbero andare a una festa solo se accompagnati da parenti adulti e i ragazzini essere seguiti dai genitori, perché non scelgano la strada della delinquenza come i tre accusati di stupro (ma è emerso che il sedicenne del gruppo proverrebbe da una famiglia legata alla camorra). Alcuni commentatori se la prendono anche con la città di Napoli, trovando nell’accaduto, conferma dei propri pregiudizi negativi sui suoi abitanti. In ogni caso il problema rimane. Chissà quando la piccola vittima dello stupro riuscirà a superare il trauma, sempre che ne sia in grado.

Intanto è emerso che nella Penisola Sorrentina una quindicenne ha denunciato di essere stata stuprata da un diciassettenne, individuato dai Carabinieri.

Contents.media
Ultima ora