×

“Napoli non è solo Gomorra!” La lettera di una turista

"Napoli non è solo Gomorra!" La lettera di una turista
"Napoli non è solo Gomorra!" La lettera di una turista

Napoli è spesso ricordata come un luogo pericoloso e di camorra. La lettera di una turista fa cambiare idea a molti e apre le porte a una città diversa.

Una turista che ha visitato il capoluogo partenopeo ha scritto una lettera sulla pagina Facebook di un giornale dicendo che Napoli non è solo Gomorra, ma molto di più.

Stefania B è una giovane di Asti che ha avuto modo di visitare la città in diverse occasioni, passeggiando per Scampia e vedendo una Napoli diversa da quella che i media raccontano. Ecco la sua testimonianza e le sue parole.

“Sono di Asti e sono stata a Napoli sia a settembre che ad inizio dicembre.
I napoletani non sono tutti Pietro Savastano e Napoli non è una ‘discarica di munnezza’.
Ho girato da sola Napoli durante il giorno: nessuno mi ha scippata, nessuno mi ha trattata male perché sono del nord, anzi le persone con cui ho avuto a che fare, hanno sempre avuto una parola gentile e c’è anche chi ha chiacchierato con me
Grazie ad un amico, ho girato tutta Napoli di sera e sono andata ovunque, ho visto le 13 discese, ho visto il San Paolo, Pozzuoli, Monte di Procida e Scampia.

Si, Scampia di sera!

Ho visto le vele e i luoghi di “Gomorra”, ho visto i ponti tra i palazzi e Padre Pio e la Madonnina ogni 5 metri, era molto buio, già sulla strada che portava alle Vele, nessun lampione acceso, ma come potete leggere, sono ancora viva, non sono stata coinvolta in nessuna sparatoria. Qualche ragazzo in motorino senza casco, magari in tre, ma niente di più. Nessuna carta fuori dal bidone, nessun mendicante che rompe le scatole (al contrario di Roma che spesso rovinano anche il pranzo).

Non ho visto droga o drogati accasciati a terra, nessuno che bivacca sulle panchine.

Ovvio, ci sono i mendicanti come in ogni città, chiedono una moneta, ma non insistono mai, nessuno ti rompe le scatole! Con questo non dico che non ci siano la camorra e la droga, ci sono come in ogni parte d’Italia, perfino sotto casa mia ed è ovvio che se ti vedono con un Rolex o con roba costosa, te le fregano.

Da noi ti scippano x 20 euro su!! Bisognerebbe imparare di più da Napoli e piantarla di parlare per luoghi comuni e stereotipi.
È troppo facile parlare quando le cose non si sanno e quando non si è mai stati in quei posti!
Asti-Napoli 0-10PS: a settembre, l’ultima sera della mia permanenza, nel b&b dove alloggiavo, ho visto una moglie arrabbiata buttare giù roba dal balcone (2-3 piano) al marito traditore (in pieno centro storico)ma chi non l’avrebbe fatto?“.

Contents.media
Ultima ora