Nardella Carmen, finale modificato: critiche dai puristi
Nardella Carmen, finale modificato: critiche dai puristi
News

Nardella Carmen, finale modificato: critiche dai puristi

Nardella Carmen

La decisione di cambiare il finale dell'opera è stata fortemente criticata dai puristi e anche dagli utenti dei social.

Nardella Carmen, il finale del capolavoro di Bizet è stato modificato al Maggio Fiorentino. Un finale che è stato fortemente criticato dai puristi e che ha fatto scatenare l’ironia sul web, soprattutto da parte dei social. Nel mirino anche il regista Leo Muscato, che alla fine è stato fischiato e contestato dagli utenti dei social, in quanto non è piaciuta l’idea di cambiare la trama, l’ambientazione e il finale dell’opera. Non si è trattato però di un vero e proprio fiasco, perchè da un punto di vista musicale è stato davvero un successo.

Nardella Carmen

L’idea di cambiare la trama, l’ambientazione e il finale dell’opera “Carmen” non è particolarmente piaciuta a molti degli spettatori presenti alla “prima” del teatro del Maggio musicale fiorentino. Fatale è stato soprattutto l’inceppamento della pistola che impugnava a sorpresa Carmen, che di fatto ha stravolto il finale del capolavoro di Bizet e che ha fatto scatenare l’ilarità da parte della platea presente in sala, ma anche degli utenti sui social.

Fortemente criticato è stato il regista Leo Muscato, che è stato fischiato, contestato e offeso dagli utenti del web. tanto che su Twitter ha spopolato l’hashtag #fakeEndings. Ma non si è trattato di un vero e proprio fiasco. Anche perchè da un punto di vista musicale è stato davvero un successo.

Il direttore d’orchestra, l’americano Ryan McAdams, i musicisti e i cantanti sono stati infatti applauditi a lungo. Così come anche la soprano Veronica Simeoni, interprete di Carmen, che è rimasta anche un po’ avvilita a causa del mancato colpo che non è partito dalla pistola giocattolo che impugnava nell’epilogo dell’opera. Ma comunque è stata soddisfatta per il tributo da parte del pubblico del prestigioso teatro fiorentino. Simeoni infatti ha confessato che quel minuto e mezzo in cui la pistola si è inceppata è stato drammatico. Non sapeva se lanciarla a Josè oppure se provare a strangolarlo. Alla fine, ironicamente, la soprano ha detto di aver deciso di risparmiarlo anche perchè è il suo compagno nella vita.

Il commento di Nardella

Come accennato in precedenza, il finale completamente stravolto dell’opera ha suscitato diverse polemiche da parte dei puristi e degli utenti sul web.

ma ha avuto anche degli ammiratori. Tra questi anche Dario Nardella, che oltre ad essere il sindaco di Firenze e il Presidente del Maggio è anche un violinista diplomato al Conservatorio. Nardella, infatti, attraverso un tweet pubblicato sul suo profilo twitter ufficiale, ha sostenuto la scelta da parte del regista di cambiare in quel modo l’epilogo: “Come Presidente del Maggio musicale sostengo la decisione di cambiare il finale di Carmen, che non muore. Messaggio culturale, sociale ed etico che denuncia la violenza sulle donne, in aumento in Italia”.

Nardella Carmen

Questo il commento da parte del Sindaco di Firenze, che è stato travolto poi dalle critiche sempre da parte del web con una serie di battute ironiche dei vari utenti. Ma idea non l’ha cambiata. Anche Teresa Megale, docente di storia del Teatro all’Università di Firenze, è favorevole al cambiamento del finale, non solo perchè donna. Ma anche perchè, secondo la sua opinione, pure i capolavori della lirica devono vivere lo spirito dei tempi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche