×

Nave militare ‘approda’ in spiaggia, l’incredibile video è già virale

Stavano facendo il bagno o prendendo il sole spiaggia quando all’improvviso hanno assistito a una scena incredibile che ha lasciato tutti a bocca aperta. Una nave militare russa è letteralmente approdata sulla spiaggia, arrivando a forte velocità fra lo stupore dei bagnanti, alcuni dei quali hanno ripreso la scena e pubblicato il video in rete. E’ accaduto pochi giorni fa su una spiaggia di Mechnikovo. Un mezzo anfibio, chiamato “Bison” era intento a fare esercitazioni tattiche e sarebbe arrivato sulla spiaggia poichè di proprietà dei militari, come dichiarato dal portavoce del Ministero della Difesa che ha aggiunto come l’ormeggio in spiaggia sia normale.

“Era chiaro che quello che l’equipaggio stava facendo sulla spiaggia era un addestramento militare“ ha poi aggiunto il portavoce dichiarando che non erano al corrente fosse piena di bagnanti.

Il maxi hovercraft è un Zubr LCAC (Landing Craft Air Cushioned) ed è in grado di raggiungere la velocità di ben 40 nodi. Il video, finito in rete, ha già ottenuto oltre 9,5 milioni di visualizzazioni in pochi giorni.

http://www.youtube.com/watch?v=Bgn7n3OPAqE

Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.


Contatti:

Contatti:
Daniele Orlandi

Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.

Leggi anche