Nazionale, Pirlo come vice Mancini: la FIGC valuta
Nazionale, Pirlo come vice Mancini: la FIGC valuta
Sport

Nazionale, Pirlo come vice Mancini: la FIGC valuta

Pirlo, vice di Mancini
Pirlo, vice di Mancini

L'ex centrocampista sarebbe vicino a diventare il nuovo vice CT, ma la federazione vuole capire la compatibilità con il suo ruolo da opinionista.

Il ciclo di Roberto Mancini alla guida della Nazionale si è ufficialmente aperto con le tre amichevoli disputate contro Arabia Saudita, Francia e Olanda tra fine maggio e inizio giugno. Lo score momentaneo è in perfetto equilibrio con una vittoria, una sconfitta e un pareggio, e in attesa dei nuovi test previsti per l’autunno, prima dell’inizio delle qualificazioni agli Europei 2020, il tecnico continua a pensare ai giocatori da integrare gradualmente nel nuovo progetto e allo staff di cui circondarsi. Secondo quanto riportato da Ansa, Andrea Pirlo sarebbe molto vicino ad assumere l’incarico di vice allenatore dell’attuale CT, andando così a ricoprire il suo primo ruolo manageriale di rilievo dall’addio dato al calcio giocato. La trattativa sarebbe ai dettagli, tuttavia il commissario straordinario Roberto Fabbricini si è preso del tempo per valutare se la nuova posizione di Pirlo possa essere compatibile con quella da opinionista che l’ex centrocampista ricoprirà dalla prossima stagione per Sky

Nazionale, Pirlo sarà il vice di Mancini

La nuova Nazionale allenata da Roberto Mancini ha il difficile compito di cancellare dalla memoria di milioni di tifosi il fallimento nei play-off contro la Svezia, costato l’esclusione dal Mondiale di Russia 2018 che gli italiani hanno dovuto seguire solamente da fuori.

Le tre amichevoli giocate dagli Azzurri tra fine maggio e inizio giugno 2018 contro Arabia Saudita, Francia e Olanda hanno fornito ancora poche indicazioni riguardo al nuovo corso dell’ex tecnico dell’Inter, che però ha dimostrato la volontà di voler rinnovare la rosa con l’innesto di facce nuove o giocatori dimenticati, come si è visto dalla fiducia data nuovamente a Mario Balotelli.

I prossimi impegni diranno sicuramente qualcosa di più sulle idee di Mancini, che intanto è sempre al lavoro per cercare di individuare i tasselli giusti da inserire in questa nuova esperienza, sia dentro che fuori dal campo.

A tal proposito, secondo quanto riferito da Ansa, Andrea Pirlo sarebbe il principale candidato a ricoprire il ruolo di vice-allenatore del CT azzurro.

L’ex centrocampista, che ha concluso la sua carriera a fine 2017 con le due stagioni in MLS al New York City, è considerato il profilo ideale per affiancare Mancini nella sua nuova avventura.

L’affare tra le due parti sarebbe molto vicino alla conclusione, ma il commissario straordinario Roberto Fabbricini avrebbe richiesto un po’ più di tempo per valutare e capire se il nuovo ruolo di Pirlo all’interno della federazione possa convivere con la posizione di opinionista, visto che l’ex giocatore di Milan e Juventus a partire da settembre 2018 sarebbe uno dei nuovi volti scelti da Sky per il ritorno della Champions League sull’emittente di Murdoch.

Dopo aver salutato ufficialmente il calcio professionistico, a maggio 2018 Pirlo aveva dato l’addio in grande stile organizzando “La Notte del Maestro” allo Stadio Meazza, una partita amichevole alla quale avevano partecipato alcuni dei più grandi calciatori che avevano calcato i campi da calcio, sia da compagni che da rivali, negli stessi anni in cui il giocatore di Brescia si era imposto come uno dei migliori centrocampisti al mondo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai 189 Articoli
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.