×

Nel latte almeno venti sostanze chimiche

default featured image 3 1200x900 768x576

464 latte 300x290

Secondo una ricerca condotta da alcuni scienziati dell’Università di Jaen in Spagna , una certa quantità di composti chimici usati per curare animali, come capre e mucche, si ritrovano poi anche nel latte quotidianamente venduto e consumato.

In un bicchiere di latte prodotto da mucche e capre sarebbero contenute almeno venti sostanze chimiche non provenienti dall’animale che ha prodotto il liquido, ma inseriti nell’animale stesso dall’uomo. Si tratta di elementi come antidolorifici, antibiotici, prodotti per la crescita degli ormoni, anti-infiammatori, steroidi.
Fortunatamente il livello complessivo di queste sostanze contenute in un bicchiere di latte è talmente minimo che non reca danno all’uomo. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry.

In particolare, nel latte esaminato è stato trovato acido niflumico (un antinfiammatorio non steroide); acido mefenamico, utilizzato in patologie come artrite reumatoide; il ketoprofene, un altro antinfiammatorio non steroide; il triclosa, un antibatterico; l’etinil estradiolo , ormone estrogeno usato per i sintomi della menopausa ; la pyrimethamine, un prodotto contro la malaria e altri ancora. Secondo Evaristo Ballesteros, che ha coordinato il gruppo di ricerca, ”la nostra metodologia di test è altamente sensibile e fornirà un sistema molto più efficace per determinare la presenza di questo tipo di contaminanti nel latte e in altri prodotti.

In un momento in cui il controllo della qualita’ del cibo è fondamentale”.
Ma la domanda sorge spontanea: come mai sempre più persone diventano intolleranti al lattosio?

Contents.media
Ultima ora