×

Neonata morta a Napoli: la madre, positiva e non vaccinata, è ricoverata in gravi condizioni

La neonata data alla luce dalla madre positiva al Covid-19 ha perso la vita a causa della nascita prematura: la donna sarebbe in gravi condizioni.

Neonata morta a Napoli, la madre era positiva al Covid

Momento di grande dolore per la scomparsa della piccola Sharon. La bambina era nata prematura durante la gravidanza della madre che, inoltre, era risultata positiva al Covid-19. La 26enne ha dato alla luce la piccola dopo 24 settimane di gravidanza.

La tragedia si è consumata in provincia di Salerno. 

Neonata morta a Napoli, la madre era positiva al Covid-19

I medici hanno provato il tutto per tutto al fine di salvaguardare la vita di mamma e figlia. A causa di alcune complicazioni, legate alla nascita prematura, la piccola ha perso la vita nel policlinico di Napoli. La notizia è stata diffusa dall’amministrazione comunale di Ascea.

Neonata morta a Napoli, la madre era positiva al Covid-19: l’annuncio 

Il Sindaco, l’Amministrazione comunale e i dipendenti tutti sono vicini al dolore che ha colpito la famiglia Palmigiano per la perdita della piccola Sharon. Le nostre preghiere vanno alla madre affinché guarisca al più presto e alla famiglia tutta“, si legge sulla nota diffusa dall’amministrazione locale.

Neonata morta a Napoli, la madre era positiva al Covid-19: cosa è accaduto

La mamma della piccola Sharon avrebbe scelto di non vaccinarsi durante la gravidanza.

Con i contagi in aumento, a causa della variante Delta, la giovane sarebbe risultata positiva. Prima il ricovero presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, poi il trasferimento a Napoli. Nel capoluogo campano la donna ha partito la piccola Sharon al sesto mese di gravidanza.  Le condizioni della 26enne, secondo quanto riportato da Fanpage.it, sarebbero molto gravi. 

Una donna incinta di 35 anni, risultata positiva al Coronavirus e ricoverata in terapia intensiva da diverso tempo, ha dato alla luce il suo bambino tramite un parto cesareo. Il piccolo Rayt, un neonato di 2 chili e 200 grammi, è nato presso l’ospedale Cona, in provincia di Ferrara, durante lo scorso mese di aprile: necessario un parto cesareo.

Un bambino è invece nato con gli anticorpi Covid già presenti nel suo organismo. Si tratta di un caso raro già verificatosi negli ultimi periodi. La mamma del neonato di Pazargik, nel Sud della Bulgaria, ha 28 anni ed era ricoverata in ospedale proprio per la sua positività al Covid-19. Il piccolo è stato visitato e le sue condizioni non destano al momento alcuna preoccupazione. 

Contents.media
Ultima ora