×

Neonato morto in ospedale, indagata un’infermiera: lo avrebbe avvelenato

Un'infermiera è stata indagata per aver avvelenato un neonato, che è morto all'ospedale pediatrico di Birmingham, nel Regno Unito.

Neonato

Un’infermiera risulta indagata per aver provocato la morte di un neonato somministrandogli del veleno all’ospedale pediatrico di Birmingham. La donna, di 27 anni, è stata sospesa dal lavoro e arrestata. 

Neonato morto in ospedale, indagata un’infermiera: lo avrebbe avvelenato

Un’infermiera di 27 anni è indagata per il sospetto di aver ucciso un neonato all’ospedale pediatrico di Birmingham, somministrandogli del veleno. Per questo è stata sospesa dal lavoro e arrestata. Il decesso improvviso del piccolo è avvenuto giovedì 19 maggio. “A seguito della morte di un bambino presso la nostra unità di terapia intensiva pediatrica abbiamo chiesto alla polizia delle West Midlands di indagare su quanto accaduto. Un membro del personale è sospettato ed è stato sospeso dal servizio.

Stiamo supportando la famiglia del bambino in questo momento di grande dolore e chiediamo che venga rispettata la privacy” ha dichiarato un portavoce del Birmingham Women’s and Children’s NHS Foundation Trust. Secondo quanto ricostruito dai vertici dell’ospedale e dalle forze dell’ordine, il neonato sarebbe stato avvelenato e i sospetti ricadono su questa infermiera.

L’infermiera è stata arrestata e rilasciata

L’ospedale di Birmingham ha avvisato subito la polizia quando il neonato è deceduto e gli agenti sono andati a casa della donna e l’hanno arrestata.

Stanno indagando per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Ascolteranno l’infermiera e i colleghi che lavorano con lei. L’attenzione è puntata anche sulla morte di altri pazienti di cui l’infermiera si è occupata durante i suoi turni, per capire se ci sono precedenti. La donna è stata rilasciata. La famiglia del piccolo è seguita da specialisti che stanno fornendo il sostegno necessario per sopportare il dolore. 

Contents.media
Ultima ora