×

Niccolò Bettarini aggredito, quattro sospettati in Questura

Il 19enne è stato accoltellato il 1 luglio; quattro persone, sospettate di essere coinvolte nella vicenda, sono state portate in Questura.

bettarini

Quattro persone sono state portate nella Questura di Milano: sono sospettate di aver partecipato all’aggressione compiuta contro Niccolò Bettarini, 19 anni. Il giovane, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, ha ricevuto undici coltellate all’alba di domenica 1 luglio. A causa delle lesioni riportate alla mano, il giovane dovrò essere operato, ma le sue condizioni non sono gravi. Lo ha riferito l’ospedale Niguarda di Milano, dove Niccolò è attualmente ricoverato.

Quattro persone in Questura

Una possibile svolta nel caso che ha catalizzato l’attenzione dei media nelle ultime ore. Quattro persone sono state portate in Questura, perché potrebbero essere coinvolte nell’aggressione ai danni di Niccolò Bettarini, ferito all’alba di domenica 1° luglio con undici coltellate. La posizione di questi sospettati è al vaglio della Procura; non risulta che siano stati presi provvedimenti nei loro confronti.

Nulla è noto, in queste prime ore, sulla loro identità. Nel corso della giornata di domenica, sono stati ascoltati dagli inquirenti le persone presenti nel momento in cui il 19enne è stato colpito. “Erano degli animali”, ricorda un testimone riferendosi agli aggressori. Secondo il loro racconto, il gruppo ha mostrato un particolare accanimento nei confronti di Niccolò, che era intervenuto in difesa di un amico minacciato: tre degli aggressori, ricorda un ragazzo, “sembravano drogati, avevano 30 o 40 anni. Non so perché sia scoppiata la lite, ma si sono accaniti contro il ‘Betta’”.

E’ doveroso precisare che l’evento è talmente recente che anche l’effettiva ricostruzione dei fatti è in continuo perfezionamento. A quanto risulta, Niccolò Bettarini è arrivata nella discoteca Old Fashion di via Alemagna- Milano- con un gruppo di amici; nessun problema si è verificato nella prima parte della serata, niente che facesse presagire agli eventi successivi.

Lo ha confermato Roberto Cominardi, il gestore del locale, il quale ha poi fornito le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza che però, a quanto pare, non hanno ripreso il momento dell’accoltellamento;l’aggressione infatti è avvenuta vicino a un chiosco notturno che vende panini, a circa cento metri dalla discoteca. Sempre Cominardi, oltre a manifestare la sua vicinanza alla famiglia Bettarini, ha scritto sulla pagina Facebook dell’Old Fashion che “restiamo a completa disposizione delle Autorità di Polizia per fornire ogni tipo di informazione che riterranno utile ai fini dell’identificazione dei responsabili di questa vile aggressione da consegnare alla Giustizia”.

Niccolò Bettarini sta meglio

Niccolò Bettarini ha riportato ferite all’addome, sul tronco e al braccio. Le lesioni non sono di grave entità, essendo piuttosto superficiali, ha riferito l’ospedale Niguarda in una nota.

Tuttavia il 19enne rimane ricoverato nella struttura sanitaria milanese in attesa di subire un’operazione chirurgica: ha riportato infatti una lesione al tendine di una mano. La conferma sulle condizioni ormai stabili del ragazzo è arrivata dai suoi genitori. Prima tramite i social network, poi con un comunicato congiunto, Simona Ventura e Stefano Bettarini hanno affermato, chiaramente rassicurati, che il loro figlio maggiore “non è in pericolo di vita”, ed “è un miracolo”.

Leggi anche