×

Nicki Minaj: l’uomo che ha investito e ucciso il padre si è dichiarato colpevole

Charles Polevich, l'uomo che ha investito e ucciso il padre di Nicki Minaj, potrebbe andare in carcere.

nicki minaj

Charles Polevich, l’uomo che ha investito e ucciso Robert Maraj, padre della celebre cantante ed ex modella Nicki Minaj, si è dichiarato colpevole di due reati: aver lasciato la scena dell’incidente e manomissione delle prove. Ora l’uomo rischia il carcere.

Si parlava inizialmente di sette anni di reclusione, ma sembra che Polevich non subirà una condanna così lunga. Secondo quanto si legge da Tmz.com, Polevich potrebbe scontare un solo anno di carcere ed effettuare servizi per la comunità. All’uomo sarà probabilmente sospesa la patente. Robert Maraj è morto all’età di 64 anni, vittima di un incidente mortale avvenuto a Long Island, New York, nel febbraio 2021.

Il dolore di Nicki Minaj

In seguito alla morte di suo padre Robert Maraj, Nicki Minaj ha parlato della tragedia sul suo sito web dicendo: “Posso dire che è stata la perdita più devastante della mia vita”. La rapper ha aggiunto che il genitore era molto amato e che mancherà molto. Charles Polevich dovrebbe tornare in tribunale il prossimo 3 agosto per la sua condanna.

La morte di Robert Maraj

In seguito all’investimento di Robert Maraj erano stati chiamati i soccorsi.

Intervenuta immediatamente sul posto un’ambulanza, che ha trasportato l’uomo in ospedale, dove è stato infine dichiarato morto.

Contents.media
Ultima ora