> > Niente vaccino con tamponi falsificati: 11 indagati a Varese

Niente vaccino con tamponi falsificati: 11 indagati a Varese

Tamponi falsificati per evitare il vaccino: l'indagine

Niente vaccino con tamponi falsificati: 11 indagati a Varese, i controlli nel gennaio scorso durante una serie di verifiche per un altro fascicolo

Niente vaccino con tamponi falsificati: 11 indagati a Varese dopo che quel metodo illegale per evitare la somministrazione del siero anti Covid è materia di verifica penale da parte delle forze dell’ordine.

Ma cosa starebbe succedendo in queste ore? Lo spiega bene Il Giorno: secondo il quotidiano lombardo undici persone sono state indagate dalla Procura di Varese

Tamponi falsificati: 11 indagati a Varese

A loro carico ed a diverso titolo di censimenti in atti penale dove sono state rubricate le presunzioni di reato a loro carico gli undici sarebbero tutti iscritti a registro per un giro di tamponi rapidi falsi. E c’era ovviamente il presunto lucro: quel tamponi falsificati venivano infatti pagati circa 500 euro l’uno.

Lo scopo è evidente: con quel test taroccato i committenti che pagavano riuscivano ad ottenere il green pass senza effettuare il vaccino. 

Anche due infermieri di una farmacia

E tutto questo sarebbe accaduto, secondo gli atti censiti e secondo quanto riportato dai media “nel pieno della pandemia”. Ma chi sono gli indagati in ordine al ruolo? Fra essi ci sarebbero anche due infermieri che operavano all’esterno di una farmacia, del tutto estranea alla vicenda.

Le indagini della Questura di Varese erano iniziate nel gennaio scorso, durante una serie di controlli per un altro fascicolo di inchiesta.